Torino, Moretti annuncia il ritiro: domenica la sua ultima partita

Condividere

Presente anche moglie e figli, ma anche tutta la squadra al completo e lo staff tecnico. L'addio del centrocampista ha fatto nascere forti venti di protesta contro la dirigenza americana, guidata da James Pallotta, rea di non aver voluto rinnovare il contratto a De Rossi, dopo aver dimostrato di essere ancora un giocatore di spessore in un'annata disastrosa per i giallorossi. Voglio ringraziare anche i tifosi, che fin dal primo giorno mi hanno sostenuto e incitato. "E che vuole smettere ora che sta bene, un minuto prima che altri dicano che non ce la fa più".

Domenica sarà l'ultima volta in cui mi vestirò da calciatore. Sono contento, sono felice, perché chiudo una parentesi importante e bellissima della mia vita. "Ringrazio il Presidente e il Mister per aver provato a convincermi di restare". Tuttavia, Moretti resterà nel mondo Toro nei panni di dirigente. E sa far passare i concetti, con pacatezza e serenità. "Con l'umiltà che lo contraddistingue sono sicuro che potrà diventare un dirigente di alto livello". "Il mio compito sarà quello di mettermi a disposizione in un'altra veste, ma sempre con la voglia di crescere". Quest'anno invece il sogno europeo è sfumato all'ultimo, ma dopo una grandissima stagione da parte della truppa di Mazzarri.

Harry e Meghan festeggiano un anno di matrimonio
LEGGI ANCHE: - Il brutto gesto del Presidente americano Trump dopo il suo rifiuto: cosa ha fatto. Ma Meghan non ha sentito ragioni e ha appeso il copione al chiodo.

"Guardiola ha firmato con la Juve, annuncio il 4 giugno", l'indiscrezione
Allegri non ha fatto nomi e cognomi, quasi che il nome di Guardiola lo infastidisse. Pep Guardiola non è mai stato una reale possibilità per la panchina della Juventus .

Zeman provoca: "La stagione di CR7? Peggio di quella di Quagliarella"
Ma il salto di qualità della Juventus non c'è stato". "Forse dal Napoli di Ancelotti, ma aprire un nuovo ciclo non è facile". Mihajlovic ha cambiato mentalità alla squadra: "con lui ha giocato sempre per vincere", ha chiuso Zeman .

All'interno della conferenza, ha preso la parola anche il capitano del Torino, Andrea Belotti. "Sei sempre stato uno stimolo per tutti noi, grazie Emiliano". "Con una parola al momento giusto, un consiglio, ma soprattutto con il tuo approccio professionale al nostro mestiere". Ha disputato quasi 200 partite con la maglia granata.

Condividere