Ufficiale: FCA invia proposta di fusione a Renault, cosa sta succedendo?

Share

La posizione, seppur informalmente, è stata fatta filtrare anche più tardi, spiegando che il gruppo giapponese, che ha il 15% di Renault ma senza diritti di voto, "non si oppone" alla fusione ma al momento non la sosterrà nemmeno attivamente.

Sullo sfondo, l'industria dell'auto che non vive un periodo d'oro e come spesso accade in queste fasi, l'automotive corre ai ripari rispondendo con fusioni e acquisizioni.

L'esecutivo francese è il primo socio della casa automobilistica con il 15,01%, seguito dal 15% di Nissan. Nel caso in cui tutto andasse per il meglio, parleremmo di un mostro industriale da 8,7 milioni di veicoli presente nei territori chiave del mondo, con oltre 5 miliari di euro all'anno di sinergie messe in campo da FCA insieme a quelle di Renault-Nissan-Mitsubishi.

Secondo quanto scrive il quotidiano sarebbe arrivata "una cauta apertura", di Nissan e Mitsubishi, sulla fusione Renault-FCA.

BALOTELLI, Mi piacerebbe restare a Marsiglia
Al Liverpool ad esempio non ho giocato bene ed era normale che non fossi convocato. Penso che non sono più in Nazionale perché ho anch'io una parte di colpa.

Partite del prossimo turno del calendario di Serie A 2018/2019
A Inter ed Empoli , per centrare i loro rispettivi obiettivi, basta fare lo stesso risultato di Milan e Genoa . Occhi puntati anche sull'Inter che giocherà in casa contro l'Empoli alle ore 20 :30.

NY Times: la Fiorentina è di Commisso, lunedì l'annuncio
L'imprenditore sarebbe vicino a concludere un accordo con la famiglia Della Valle al prezzo di 135 milioni di euro . La pubblicazione dell'interesse di Commisso secondo fonti americane, avrebbe accelerato l'uscita della notizia.

La nuova "liaison" che idealmente congiungerebbe i due versanti delle Alpi (tenendo presente l'origine italiana del nucleo di Fca) potrebbe, nel futuro, effettivamente offrire la maggior varietà di segmenti di mercato che da più parti viene richiesta, in special modo se si considera la necessità di provvedere ai sempre più "stringenti" vincoli di razionalizzazione delle piattaforme e dei sistemi di produzione funzionali allo sviluppo delle grandi economie di scala.

Fca, tuttavia, detiene Jeep e Ram quali assi nella manica: e la loro incidenza in nord America, nonché il rispettivo ruolo di traino nelle performance operative per Fiat-Chrysler Automobiles, è fuori discussione. Riteniamo che la nostra proposta a Renault sia innovativa sotto molti punti di vista. "Il nostro spirito e' trovare un obiettivo comune che porti benefici a tutte le societa' coinvolte, includendo Nissan e Mitsubishi come partner rispettati e di valore", ha scritto.

NISSAN ALLA FINESTRA - La proposta di fusione tra Fca e Renault potrebbe presentare delle "opportunità, ma le voglio valutare da vicino e dal punto di vista di Nissan", fa sapere l'amministratore delegato della casa giapponese Hiroito Saikawa, intercettato dai giornalisti prima dell'incontro con il capo di Renault Jean-Dominique Senard, pronto a mettersi alla guida della società nata dall'integrazione. volato a Tokyo proprio per illustrare ai vertici di Nissan e Mitsubishi la proposta di integrazione, per rassicurare sulla bontà dell'operazione, tranquillizzando sul fatto che si tratta di una buona opportunità per tutti i partner. Le proposte sinergie "sono soggette a rischi di esecuzione": "il tempo relativamente lungo: individuato per la realizzazione di sinergie "illustra i rischi di esecuzione". FCA-Renault: i modelli (La Repubblica, 28 maggio 2019)La Renault, inoltre è forte nei piccoli diesel, settore che Fca sta gradualmente abbandonando.

Share