Motomondiale GP Italia, Rossi: "Al Mugello la gara più importante"

Share

"Darò il 100% e farò di tutto per salire sul podio che per me è il più bello di tutta la stagione".

Tra i piloti che hanno utilizzato la combinazione di gomme più dure troviamo Valentino Rossi, Maverick Viñales, Cal Crutchlow, Franco Morbidelli, Takkaki Nakagami e Joan Mir. Sulle voci di un Marquez malato, non in piena forma, il "Dottore" risponde "Secondo me e' tutta una strategia". "Non pensavo sarebbe mai stato male, perché da quando lo conosco non ha mai avuto problemi, come un mutante, ed invece ha il raffreddore".

"Questa e' una pista molto particolare, quindi bisognera' vedere".

Sarri si aggiudica l’Europa League: il Chelsea batte l’Arsenal 4-1
Gol di Giroud , Pedro e doppietta di Hazard , di cui il primo su rigore. Sarri cerca il primo titolo della sua carriera.

Tokyo, 18 persone accoltellate alla fermata del bus. Uccisa una bambina
I vigili del fuoco della stazione di Noborito hanno ricevuto una chiamata di emergenza alle 7,45 ora locale (0,45 in Italia). In una conferenza stampa, il capo di gabinetto Yoshihide Suga ha detto che si tratta di "un orribile episodio di violenza".

Partita del cuore, Totti e CR7 nella stessa squadra: "Prima volta insieme"
Domani alle ore 21.25 all'Allianz Stadium si terrà la 28esima edizione della Partita del Cuore . Sarà il fuoriclasse della JuventusCristiano Ronaldo a dare il calcio di inizio del match.

MOTO 2 e MOTO 3 - La pista del Mugello, intanto, fa da spinta anche ai piloti italiani di Moto 2: Lorenzo Baldassarri, attuale leader mondiale, va a caccia del riscatto dopo la caduta a Le Mans e si gioca a 3,50, davanti a Mattia Pasini, che punta al bis (a 4,50) dopo il successo del 2017.

Continuano da "Fly In": "Tessuti tecnici altamente performanti e completamente riciclabili e un sistema di prese d'aria e intercamere permettono alla struttura di rimanere stabile e indeformabile anche sotto raffiche da 100 chilometri orari: in caso di forte vento, si azionano "pressurizzatori" supplementari, dal consumo massimo di 1 kw, che sono molto silenziosi". Il forlivese però ha ricordato anche che lo scorso anno in realtà aveva faticato parecchio per entrare in Q2, ma poi aveva chiuso secondo. Una posizione condivisa anche da Valentino Rossi: "Non è facile, ma forse quel dosso andrebbe un po' spianato". Semplicemente si sono alzate le prestazioni degli avversari, soprattutto la Honda è più veloce sul rettilineo, quindi c'è meno differenza su certi aspetti. Magari riusciamo a stare più vicino. Difficile fare una previsione. Quando non hai il feeling che ti aspettavi in certi aspetti, ti destabilizza un po': spero, credo che non sia niente di preoccupante, dobbiamo però riprenderci velocemente e fare le scelte giuste per domani.

Share