Ballando con le stelle finale | Stasera | Finalisti | Ultima puntata | Chi vince?

Condividere

"Lasse ha il sole dentro, mi mancherà" ha detto Sara ringraziandolo per averle regalato la più bella edizione di Ballando con le stelle.

Una vittoria che arriva in una edizione diversa dal solito: Sara ha deposto la fascia da sindacalista e si è concentrata sul ballo, cosa che in quel programma dovrebbero fare anche altri, e ha capito che con il sorriso si arriva al pubblico, si balla bene e si vince. La giuria? Sarà la stessa: "Confermata questa giuria", ha assicurato la storica conduttrice Rai. Negli anni ha duettato con Enzo Miccio, Salvo Sottile, Simone Montedoro, Cesare Bocci e nel 2019 con Ettore Bassi.

La performance di Matberg ha lasciato tutti di stucco.

Fabio Canino ha replicato dicendo di voler querelare Nunzia De Girolamo: "Ma come ti permetti?" Persino la severa Selvaggia Lucarelli, giudice della trasmissione, si è sciolta davanti alla bravura del concorrente.

De Laurentiis: "Champions alla Juve? Ma che c**o deve vincere"
Quest'anno in Serie A cambieranno molte panchine: Milan, Roma, Fiorentina, forse anche la Lazio con Simone Inzaghi. Attaccante che difficilmente sarà Fabio Quagliarella sul cui ritorno, un po' a sorpresa, c'è una brusca frenata.

Milan, Gazidis: "Vorrei Maldini direttore tecnico. Calciomercato? No ai top player"
Se non ho parlato in questa annata così intensa è perché con umiltà era giusto prima studiare tutto. Ha fatto una analisi e una scelta di grande onestà: non ce la faceva a portare ancora questo peso.

Sarri si aggiudica l’Europa League: il Chelsea batte l’Arsenal 4-1
Gol di Giroud , Pedro e doppietta di Hazard , di cui il primo su rigore. Sarri cerca il primo titolo della sua carriera.

Seguitissimo sui social network, su Instagram conta oltre 600mila followers.

Ma a quanto pare qualcosa deve essere cambiato stando al racconto della designer di gioielli, la quale confessa di aver approfittato di questa vicinanza geografica per chiamare il suo ex, in occasione della comunione della primogenita Victoria, la quale avrebbe insistentemente chiesto al padre di presentarsi alla comunione. "Avevo 9-10 anni e i bambini, che avevano dai 12 ai 13 anni, cominciarono a prendermi di mira". "Ero grosso e quindi non mi venivano a menare, mi maltrattavano con le parole, però, e a volte le parole fanno più male dei pugni".

Nel corso di questo appuntamento si scoprirà inoltre il vincitore del torneo 'Ballando con te', dedicato alla gente comune.

Condividere