Rom, una richiesta di perdono nel solco della tradizione

Share

Non dite domani 'il Papa ha detto che la politica italiana è corrotta': no. Io ho detto che una delle malattie della politica, dappertutto, è scivolare sulla corruzione...

Bergoglio si rivolge alla comunità nel Barbu Lautaru di Blaj e domanda perdono in nome della Chiesa per quando, nel corso della storia, "vi abbiamo discriminato, maltrattato o guardato in maniera sbagliata, con lo sguardo di Caino invece che con quello di Abele, e non siamo stati capaci di riconoscervi, apprezzarvi e difendervi nella vostra peculiarità".

Spagna: offre biscotti al dentifricio a un mendicante, condannato lo youtuber
Quel video, che metteva alla berlina un pover'uomo, fu molto visualizzato e fruttò al ragazzo spagnolo almeno duemila euro. Gesti non ritenuti di sincero pentimento dal giudice.

Samp, via Giampaolo, idea Di Francesco
Non ho mai sentito una polemica, un fischio a un calciatore: spingono sempre, sono straordinari. Ho già parlato con Osti e Romei , domani parlerò con il presidente.

L’Inter fa spesa a Roma: dopo Dzeko, punta Kolarov
La nuova Inter sta iniziando a prendere forma e due nomi, uno già a Milano, l'altro in arrivo da Roma , stuzzicano i tifosi. Manca soltanto l'annuncio ufficiale , che potrebbe arrivare già nella giornata di lunedì .

Papa Francesco ritorna anche sull'argomento migranti e rom: "In un Paese in sviluppi non ci possono essere nemici e per questo dico che bisogna avere sempre la mano testa e non sparlare degli altri". "La storia ci dice che anche i cristiani, anche i cattolici non sono estranei a tanto male", ha sottolineato il Pontefice che ha pronunciato un mea culpa, chiedendo perdono "in nome della Chiesa al Signore e a voi".

"Nessuno del governo, eccetto il premier Conte, ha chiesto udienza", spiega, precisando che la richiesta va fatta alla Segreteria di Stato: il premier Conte ha seguito il protocollo ed è stato ricevuto. Io so la storia del tuo Paese dopo la caduta del comunismo e poi tante imprese straniere hanno chiuso per aprire altrove e guadagnare di più. "Il presidente del Consiglio è un uomo intelligente, un professore". Il successore di Pietro condanna l'uso di calunnie, diffamazioni, scandali e, soprattutto, esorta a non fomentare intolleranze: "Un politico mai, mai deve seminare odio e paura, soltanto speranza". "Ogni volta che vado a trovarlo lo sento così", come un nonno, "gli prendo la mano e lo faccio parlare". E in un'Europa che sembra far fatica a rispondere all'appello di fraternità da lui più volte invocato, Papa Francesco ribadisce che "l'Europa non deve dire: arrangiatevi voi e andate avanti". E ha evidenziato che i romeni, e gli immigrati in generale, lasciano il loro Paese "non per turismo, ma per necessità". La casa comune ha bisogno, sostiene, di ritrovare se stessa, superare le divisioni: "Stiamo vedendo delle frontiere, e questo non fa bene". Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Share