Capello: "Ombre su Sarri? Pure a me capitò, ma poi vinsi io..."

Condividere

Secondo Fabio Capello il prossimo campionato italiano di Serie A potrebbe essere più equilibrato. Un giudizio il suo sul nuovo allenatore della Juve, con alcuni ricordi legati alla sua esperienza in bianconero. Se poi invece fare il tifo diventa un business, è ovvio che ci sia un problema. Sarri, in fondo, ha spesso avuto stilettate per quelli "con le maglie a strisce". Loro sono uno dei mali del nostro calcio: basti pensare alle contestazioni vergognose contro un grande allenatore come Ancelotti o alle critiche ricevute da Conte per il passaggio all'Inter. "Fare il dirigente è un'altra cosa che essere giocare", afferma il tecnico con cui ha portato la Roma alla vittoria dello scudetto. Comunque, poi quando cominciammo a vincere, le cose andarono a posto, anche perché io rispetto a Sarri avevo una corsia privilegiata: "ero stato in bianconero da calciatore e quindi conoscevo la loro mentalità".

Italia U21, Di Biagio: "Spero di poter vincere l'Europeo"
Accostarmi a Cesare Maldini e Marco Tardelli è praticamente impossibile, quindi avvicinarmi sarebbe già una grande gratificazione".

Montella e la Fiorentina: non ci sono dubbi o incertezze. Commisso…
Una decisione, questa, che arriva all'indomani dell'ufficialità del ritorno di Daniele Pradè nelle vesti direttore sportivo. Se il nuovo patron voleva far capire di essere un tipo istrionico, c'è riuscito in pieno. "Ora potrà spendere sul mercato".

Il Mitch di Baywatch fermato per un controllo in A21
Gli agenti che lo hanno fermato, dopo tutti i controlli di rito, hanno però voluto immortalare il momento, scattandosi una foto con l'attore.

Questione tuta: Sarri ha il giusto stile Juve? Basterà fare bene. Adesso, dopo il filotto degli scudetti, con lui vogliono fare qualcosa di più. "E negli ultimi anni sono arrivati due volte in finale".

Condividere