New York: blackout a Manhattan, decine di migliaia le persone al buio

Condividere

Soprattutto il 12 e 13 luglio quando in molti si riversano nel cuore di New York per assistere allo spettacolo del 'Manhattanhenge', col tramonto perfettamente allineato alle strade tra i grattacieli.

New York al buio nello stesso giorno storico del blackout avvenuto nel 1977 - L'interruzione di corrente elettrica cade nello stesso giorno dello storico blackout che interessò New York 42 anni fa, lasciando quasi l'intera la città senza luce per due giorni, il 12 e il 13 luglio del 1977, tranne la parte sud del Queens. La prima parte della città a finire nel caos è stata la metropolitana. Altri sono stati meno fortunati, quando i treni della metropolitana su cui viaggiavano si sono fermati al buio in galleria senza una chiara spiegazione: in alcuni casi ci sono voluti 20 minuti per avere le prime informazioni e i primi aiuti. A causarlo, ha detto il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo, è stata un'esplosione in una sottostazione della rete elettrica, che a sua volta ha causato problemi ad altre sei sottostazioni di Manhattan (semplificando molto: i nodi della rete di distribuzione dell'energia elettrica).

Giro Rosa: show Van der Breggen, Van Vleuten ipoteca corsa
Infine, l'ultimo atto, la San Vito al Tagliamento - Udine di domenica, che assegnerà la maglia rosa. Marturano, invece, è rispettivamente 103ª e 21ª.

Linciato e ucciso dalla folla per aver rubato un'auto con tre bambini
La polizia sta ora tentando di identificare le persone coinvolte nel pestaggio. Lo folla lo ha accerchiato, picchiato e preso a calci, fino ad ucciderlo.

James, il Napoli si sente in pole. L’irruzione dell’Atletico…
A Madrid c'è anche l'agente del colombiano, Jorge Mendes , con il quale il ds del Napoli si è incontrato. Infine la fatidica domanda: Scudetto o la Champions?

Al buoi anche una parte dei cartelloni e degli schermi luminosi di Times Square, spenta anche l'altrettanto iconica insegna luminosa del Radio Music Hall. Tutti i fan e le persone presenti sono state evacuate dalla zona. Prima 40mila, poi 61mila e infine 72mila tra persone e aziende sono rimaste senza luce. Il sindaco di New York, Bill de Blasio, in corsa per la nomination democratica per le presidenziali del 2020, era in Iowa al momento dell'incidente ed è stato criticato per la sua assenza. La situazione ha cominciato a tornare alla normalità solo verso le dieci di sera, gradualmente. Ma il panico inneggiava in città. Numerose le telefonate ai vigili del fuoco da parte di cittadini rimasti intrappolati negli ascensori dei grattacieli. Iniziò una notte di violenze, rapine e saccheggi di cui si parla ancora e che è rimasta leggendaria.

Condividere