Pil, Tria: "Il dato era quello atteso"

Condividere

La nota flash dell'Istat rileva spiega che la variazione congiunturale rilevata "è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto sia nel comparto dell'agricoltura, silvicoltura e pesca, sia in quello dell'industria e di un aumento in quello dei servizi".

Il Pil italiano nel secondo trimestre del 2019 è rimasto fermo sia rispetto ai tre mesi precedenti che su base annua.

Serie A, LIVE calendario 2019/2020: il sorteggio in tempo reale
Tre i turni infrasettimanali: mercoledì 25 settembre 2019 , mercoledì 30 ottobre 2019 e mercoledì 22 aprile 2020 . Oggi , lunedì 29 luglio 2019, è il giorno dei sorteggi relativi al calendario di Serie A 2019 2020.

Meghan Markle, direttrice ospite di Vogue Uk accanto a Greta Thunberg
L'accusa, insomma, è di aver scelto solo tra le sue amiche vip quelle che per lei sono donne disposte "a rompere le barriere senza paura".

Napoli, Ancelotti sul mercato: "C'è la voglia di fare un colpo importante"
Abbiamo investito tanto in questa squadra, non siamo in un mondo di fantasia in cui possiamo fare ciò che vogliamo. José è una risorsa a prescindere, che giochi sulla fascia o all centro fa tutto con un'applicazione maniacale.

Secondo l'Istat la stima degli occupati risulta sostanzialmente stabile rispetto al mese precedente; il tasso di occupazione sale al 59,2% (+0,1 punti percentuali). Una crescita acquisita zero non vuol dire in automatico che la previsione di crescita del Pil allo 0,2 per cento (su tutto il 2019 rispetto al 2018) che il governo ha scritto nel Def 2019 sia invalidata. "Dal lato della domanda, vi è un contributo nullo sia della componente nazionale (al lordo delle scorte) sia della componente estera netta". In termini tendenziali invece si registra una, sempre lieve, accelerazione: la crescita zero succede a un Pil negativo per lo 0,1%. C'è da calcolare un netto che può variare tra paesi in funzione di tante variabili. Nell'insieme, a grandi linee e parità di crescita complessiva, se un punto in meno di crescita in Cina si traduce in un punto in più di crescita in America, le economie europee potrebbero beneficiarne. Non si è fatto attendere il commento del ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio: "Queste sono notizie che ci rendono felici".

"La situazione messa ancora una volta in luce dal dato di oggi sul Pil è particolarmente grave in sé - ha affermato Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor - ma assume una connotazione ancora più negativa, se si considera che l'Italia è l'unica economia avanzata che, non solo non ha ancora raggiunto il livello di Pil anteriore alla crisi iniziata nel 2008, ma, anzi, rispetto al 2007 accusa ancora un calo che nel 2018 era del 4,3% e che nel 2019 non si sta certo riducendo". "Dobbiamo perseverare nello sforzo di rilanciare la crescita dell'economia in un contesto di stabilità finanziaria e sostenibilità sociale ed ambientale", continua la nota. "La prossima Legge di bilancio sarà decisiva per il futuro del nostro Paese".

Condividere