Open Arms, Procura acquisisce i documenti della Guardia costiera

Share

Sulla vicenda della nave Open Arms la Procura di Agrigento ha aperto una indagine contro ignoti ipotizzando il reato di sequestro di persona.

I legali hanno chiesto di procedere per sequestro di persona, violenza privata e abuso in atti di ufficio. Tra gli incartamenti che saranno, adesso, al vaglio del procuratore aggiunto Salvatore Vella, anche la comunicazione con cui il Centro di ricerca e soccorso del comando generale della Guardia costiera di Roma scrive, chiedendo una risposta, al ministero dell'Interno che "non vi sono impedimenti di sorta" allo sbarco. L'ispezione sanitaria è stata disposta dalla Procura di Agrigento.

Tuttavia, la situazione è comunque critica e in stallo per i restanti 134 migranti di cui circa 30 minori, in attesa dell'autorizzazione a sbarcare. A bordo 134 persone, più altre 19 persone che rimangono sequestrate: "se dovesse svilupparsi un'altra azione collettiva non possiamo sicuramente controllarla" - lo ha detto, secondo quanto riporta l'Ansa, il presidente di Open Arms, Riccardo Gatti -.

Il Tar del Lazio, appena qualche giorno fa, aveva deciso di sospendere il divieto che gravava sulla ong Open Arms a cui era stato impedito l'ingresso nelle acque territoriali italiane, contraddicendo il volere del vicepremier italiano Matteo Salvini. "Dei 13 naufraghi fatti sbarcare dalla Open Arms solo uno aveva una otite, gli altri non avevano alcuna patologia come abbiamo accertato in banchina".

Open Arms, la Trenta non firma il divieto
Continua lasituazione di stallo per la nave Open Arms , ferma nelle acque di Lampedusa con 130 migranti a bordo. Queste Ong fanno solo battaglia politica sulla pelle degli immigrati e contro il nostro Paese.

Calciomercato Roma: definita la posizione su Dzeko, le due opzioni
Ma il Napoli ha il gradimento del giocatore e De Laurentiis - secondo quanto riporta Tuttosport - sarebbe disposto a cedere i diritti d'immagine al giocatore pur di invogliarlo a firmare.

Tuchel: "Provo a convincere Neymar a restare al Psg, ma…"
Finora i parigini hanno respinto ogni ipotesi di trattativa arrivata dalla Catalogna e avrebbero offerto, scrive Sport , il giocatore a Juventus e Manchester United senza ottenere gli effetti sperati.

Salita a bordo dell'Open Arms la delegazione di Cisom ha certificato "l'emergenza medica". Tutto questo porta lo psicologo a concludere che i passeggeri si trovino in "condizioni di estrema vulnerabilita', sia fisica sia psicologica, aggravata dalla condizione di incertezza oggi vissuta e dal livello di stress che attualmente stanno vivendo a bordo della nave esponendoli cosi' a gravi rischi psicopatologici". Tuttavia, il responsabile del Poliambulatorio di Lampedusa, Francesco Casco, ha rivelato che "c'è qualcosa che non funziona". Lo dice il ministro dell'Interno, Matteo Salvini.

"Prendo atto che disponi che vengano sbarcati i (presunti) minori attualmente a bordo della Open Arms". Ma l'apertura di un fascicolo da parte della procura di Agrigento segna inevitabilmente un altro capitolo giudiziario nella continua querelle tra governo italiano e ong. "Quella delle ONG e' una battaglia politica, non certo umanitaria, giocata sulla pelle degli immigrati".

La relazione medica stilata da Alessandro Dibenedetto, psicologo di Emergency che ha visitato i passeggeri con maggior disagio psichico presenti a bordo della nave, ha riscontrato invece "pensieri di autolesionismo", disturbi "ansioso-depressivi", "senso di disperazione" e "incubi".

Share