A Udine con Calhanoglu in regia. Bennacer potrà fare uno spezzone

Condividere

Esordio in trasferta nel campionato di Serie A 2019/20 per il rinnovato Milan di Marco Giampaolo.

Suo che resta è la tua vittoria? Con i ragazzi con cui abbiamo cominciato l'avventura abbiamo lavorato sui dettagli, gli ultimi arrivati sono più indietro. Mi concentro sui giocatori che ho.

Come sono state le amichevoli?

Giampaolo, dopo aver sfiorato più volte una panchina prestigiosa, è arrivato finalmente in un top club. "Qualche volta posso sbagliare qualcosa, mi lamento quando coi calciatori non c'è passione, mi innamoro dei calciatori, non mi innamoro degli inaffidabili, non mi innamoro di quelli che timbrano il cartellino". L'ambiente è straordinario e la struttura eccellente, c'è tanto calore attorno alla squadra. "Non possiamo fare altro che migliorarci".

Indicazioni di formazione: "Gioca chi sta meglio fisicamente e chi ha più conoscenza del sistema collettivo. Non ha ancora la condizione migliore, devo puntare su chi mi dà più garanzie sotto l'aspetto fisico". "Bennacer può fare uno spezzone ma ci sarà modo di inserire anche gli altri, c'è necessità di portare tutti nel progetto".

E' un Milan in ritardo? "Nelle partite è fondamentale la voglia di vincere, è con essa che si va oltre ad aspetti tattici e tecnici". Suso? Ha giocato sempre da esterno ma per me è un trequartista formidabile. I giocatori forti offensivi possono giocare ovunque.

Manchester United, Solskjaer stufo degli errori di Pogba: si cambia rigorista
Per Cutrone e compagni l'occasione di regalare ai propri tifosi una soddisfazione contro una big del campionato inglese. Una squadra tosta , insomma, che fa del carattere una delle proprie armi vincenti.

MotoGP | Gp Silverstone: Joan Mir salterà il weekend di gara
Ho ricominciato a camminare, ma gli esami mi hanno detto che non sono ancora al 100%, perciò i medici hanno deciso che sia meglio che continui la mia riabilitazione.

Roma, Gonalons ai saluti: c'è il Rennes
I giallorossi sono quasi pronti per iniziare la propria stagione, ma prima arriverà qualche altra cessione. Negli ultimi giorni è circolata la notizia che Maxime Gonalons sarebbe molto vicino al Rennes .

Piatek un po' appannato in estate: "Non sono preoccupato". Sulle condizioni di Piatek: "Piatek ha caratteristiche importanti, è un giocatore più di profondità che di palleggio". Le occasioni per fare goal non gli sono mancate e non cambia nulla il fatto che non abbia segnato. "Bado alla sostanza delle cose e la prestazione collettiva della squadra". "Giocherà vicino alla porta perché è forte in fase realizzativa". E' un giocatore del Milan, poi si vedrà.

"I miei dirigenti sono stati grandissimi calciatori e conoscono quelle che sono le dinamiche di una squadra di calcio". Sanno bene cosa fare. "Per quell'obiettivo corrono tante squadre, Milan compreso. Non possiamo non farlo, è una questione di blasone e non solo". "Mi è dispiaciuto perdere Lucas, stava facendo bene, mi piace l'uomo e il calciatore". Theo spero possa riprendere a breve, lo stesso Reina. "Per quanto riguarda Bonaventura lo stiamo inserendo pian piano". Il tecnico rossonero ha anticipato i temi di Udinese-Milan e non solo.

"Quest'anno sarà Piatek. Negli anni passati ci sono stati dei problemi, chiariamo quindi subito la cosa".

Cos'è il Milan per lei? Questo lo sapevo già, non è una cosa nuova per me.

"André Silva è condizionato dal mercato?". Se domani ho bisogno di lui lo faccio giocare. "Confido molto nella sua serietà professionale". Leao e Duarte? Si sono allenati poco, ma hanno mostrato disponibilità.

Condividere