Milano, trasfusione sbagliata: muore una donna in ospedale

Share

Cosi', sarebbe stato trasfuso il sangue destinato a un altro paziente. Secondo l'ipotesi prevalente degli ispettori, lo scambio delle sacche di sangue sarebbe dovuto ad un caso di omonimia: entrambi i pazienti avevano lo stesso cognome. La tragedia si è consumata lo scorso venerdì nella notte all'interno del nosocomio brianzolo. "Si stima - riferisce Liumbruno - che ne accada uno ogni 2 milioni e mezzo di sacche trasfuse a fronte degli oltre 630mila pazienti che ogni anno ricevono sangue". La conseguenza è stata fatale, vista la crisi emolitica che l'ha portata al decesso. Non lo scambio di due sacche, dunque. La paziente, una signora di 84 anni, era ricoverata nel reparto di Ortopedia, dopo essere stata sottoposta a un intervento per la rottura di un femore. "Non vogliamo colpevolizzare nessuno, ma solo fare in modo che casi come questi non avvengano più", conclude. Trasportata in terapia intensiva l'anziana, residente ad Arcore (Monza), nonostante i tentativi dei medici è deceduta per la reazione del suo sistema immunitario al plasma di diverso gruppo.

"E' urgente e doveroso capire e individuare cosa non ha funzionato", dice l'assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera. Anche gli ispettori della regione Lombardia hanno iniziato a svolgere accertamenti su quanto successo. "Le verifiche prevedono anche l'attivazione immediata di una procedura di 'Audit' aziendale, coordinata dal Risk Manager, che dovra' ricostruire tutte le azioni compiute in ospedale, dal ricovero della paziente fino al tragico epilogo". Nel frattempo Gallera e il presidente della Regione Attilio Fontana hanno voluto esprimere il loro cordoglio alla famiglia della donna deceduta.

Sarri: "La squadra non vuole mai perdere, neanche nei giorni meno brillanti"
Avevamo una situazione difficile da gestire. "Serve un po' di tempo per portargli tutti allo stesso livello". ERRORI TECNICI - "Anche i due davanti hanno fatto una partita inferiore alle precedenti".

Furia Ancelotti: "Spogliatoi al San Paolo non pronti, sono indignato"
Rispediamo al mittente tutte le polemiche. "È stata ricercata una polemica sterile e inutile che rispediamo al mittente". Le uniche cose non complete sono le 2 vasche idromassaggio che erano a carico economico del calcio Napoli .

È colpa del cast? Temptation Island riparte malissimo
Rivelazioni scottanti piovono su Simone Bonaccorsi , uno dei fidanzati che sta partecipando a Temptation Island Vip 2019 . Poi si rivolge a Pago: "Amico mio, ce ne hai messo di tempo ma lo hai capito alla fine, io l'ho capito dopo due giorni.

"L'Azienda Socio Sanitaria - prosegue il comunicato - ha avviato in proposito, anche una indagine interna per verificare quanto avvenuto e accertare eventuali responsabilità".

Share