Matteo Renzi spiega i motivi della scissione: "sono stato considerato un intruso"

Share

Renzi si affanna a telefonare a Conte per assicurargli il suo sostegno, ma il precedente dello "stai sereno", rivolto a Letta, non è garanzia sufficiente. Un nome trapelato dall'intervista che Renzi sta rilasciando a Bruno Vespa, parole che andranno dunque in onda questa sera nella ventura puntata di Porta a Porta. E resteranno nel PD anche i deputati Alessia Rotta, Gianni Dal Moro e Diego Zardini, come pare non siano interessate ad uscire dal Partito Democratico le due consigliere regionali veronesi Orietta Salemi e Anna Maria Bigon. Oggi sono arrivate le critiche dal sindaco PD di Milano, Beppe Sala, mentre il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, augura a Renzi "di avere successo". "Lo ha deciso lei", ha aggiunto. Così ha detto Renzi. Ora però sembra che le strade del Pd e del Movimento possano avvicinarsi anche a livello locale su spinta del neo segretario Zingaretti. "Dopo di che le polemiche, i litigi, le divisioni erano la quotidianità".

"La nostra capo delegazione sarà Teresa Bellanova". Ma l'Italia rischiava di andare a gambe all'aria. La sua nuova avventura politica ha ottenuto al momento l'attenzione sperata ma molti meno consensi di quelli ipotizzati. "E'una donna straordinaria, ha combattuto contro il caporalato, è diventata sindacalista e noi siamo diventati amici nonostante la mia non partecipazione al sindacato". Se da una parte erano necessari chiarimenti, e la scissione può essere utile in questo senso, dall'altra, diventando l'ago della bilancia nelle determinazioni parlamentari, il peso di Renzi rischia di diventare debordante. Una lamentatio senza fine, con il tono vittimistico di chi vittima è sempre stata solo di se stesso e della sua imperizia. "Non sarò mai un nemico di Matteo, mai diventerò un suo denigratore". E giù critiche pesanti al dirigismo e al personalismo imposto dall'ex segretario dem. "È stato un segretario di un grande partito che si è fatto una fondazione sua, che aveva un appuntamento programmatico, la Leopolda, suo... me l'aspettavo, ovvio!"

Renzi: "Il nome del mio partito sarà Italia Viva"
Renziani divisi in Liguria , dopo la decisione annunciata dall'ex segretario del Pd di lasciare il partito e fondarne un altro. C'è poi da considerare che la scissione appena annunciata potrebbe innescare alcune reazioni anche nel centrodestra.

Battaglia in pista A Monza trionfa Leclerc!
Dopo la vittoria in Belgio, il pilota monegasco della Ferrari Charles Leclerc ha vinto il Gran Premio d'Italia. E' il commento di Charles Leclerc dopo la vittoria nel Gran Premio d'Italia di Formula 1 .

Liverpool, la formazione ufficiale contro il Newcastle: Firmino a riposo
Ad Anfield termina 3-1, nonostante il primo gol sia firmato dagli ospiti: al 7′ segna infatti Jetro Willems . Il brasiliano entra subito nel clima partita, offrendo tra l'altro a metà ripresa a Salah la palla del 3-1.

Quindi ci vuole coraggio e cambiare passo, non basta occupare ruoli istituzionali e governare, ci vuole anche la presenza radicata tra la gente per raccogliere, bisogni, angosce, aspettative dei cittadini e tramutarle in azioni politiche.

Share