Usa, nuove forze in Mo su richiesta Riad

Condividere

Così raccoglie opzioni sull'uso della forza ma preferisce, ancora una volta e con lo sguardo costantemente rivolto alle elezioni del 2020, ricorrere alla diplomazia e alle sanzioni. Venerdì ha specificato che tale inasprimento sarà relativo a provvedimenti che avranno come obbiettivo la Banca centrale di Teheran ed il suo fondo sovrano. Josep Dunford, capo dello stato maggiore congiunto degli Stati Uniti, ha detto che le forze Usa "non raggiungeranno il migliaio" e che non sono ancora state individuate specifiche unità. Dopo che l'Iran ha sequestrato una petroliera britannica, Esper ha affermato che gli attacchi del 14 settembre a due installazioni petrolifere in Arabia Saudita "rappresentano una drammatica escalation dell'aggressione iraniana".

Venti di protesta in Egitto
Le proteste sono iniziate nella serata di venerdì dopo la partita di calcio tra le due squadre più popolari del Paese. Nella città di porto di Damietta invece i manifestanti hanno rimosso un manifesto che ritraeva l'ex generale.

Aragon, Dovizioso a caccia del podio
Arrivando qui, lo storico delle prestazioni di Yamaha è molto positivo, è anche un tracciato che mi piace molto e cercherò di lottare per una buona posizione.

Renzi e il nuovo partito, piovono polemiche sul nome Italia Viva
Ancora più frastornata dalla decisione la base che ritiene alquanto inopportuno e da egoisti fondare ora un altro partito. Scontato che sia il suo obiettivo, assolutamente meno scontato che ce le faccia.

L'allontanamento di John Bolton dalla Casa Bianca non ha frenato chi predilige l'uso immediato della forza, e che aveva nell'ormai ex consigliere per la Sicurezza nazionale il proprio punto di riferimento. Gli stessi generali fanno presente che un'eventuale azione militare contro la Repubblica Islamica potrebbe trasformarsi in una vera e propria guerra. Il ministro ha comunque ribadito che Riad è impegnata a cercare una soluzione pacifica. In "un momento storicamente importante e delicato, annunciamo ai nostri vicini che tendiamo loro la mano dell'amicizia e fratellanza, pronti a passare sopra agli errori del passato", ha sottolineato Rohani aprendo la parata militare con cui si commemora l'anniversario dell'inizio della guerra Iran-Iran del 1980. Il che significa che senza una chiara individuazione del sito di lancio e con la sola definizione di "sponsorizzazione" di fatto non è in grado di stabilire, per il momento, la mano dell'Iran.

Condividere