Francia, a fuoco impianto chimico "ad alto rischio": nube nera sulla città

Share

Nella fabbrica si producono additivi lubrificanti. L'impianto è classificato "Seveso", sulla base della direttiva europea che impone agli stati membri di identificare i propri siti a rischio. In attesa dei risultati, la popolazione è invitata a restare al chiuso. Ad andare in fiamme sarebbe stato però un sito di stoccaggio merci, non tossico e le prime analisi non evidenziano pericoli. "Non c'è tossicità nelle principali molecole" del fumo ha aggiunto la prefettura locale. Esplosioni e alte fiamme si sono accompagnate a fumo denso e nero, e alle 8 del mattino, per due volte, le sirene hanno lanciato l'allarme alla popolazione. "Continuiamo a lottare contro il fuoco con un rischio di inquinamento della Senna per straripamento dei bacini di ritenzione", ha avvertito. "Non è il caso di farsi prendere dal panico per questa situazione, ma bisogna usare molta prudenza", ha detto il prefetto della Normandia, Pierre-André Durand, in una conferenza stampa, confermando che le scuole della zona sono state chiuse. Mentre un'inchiesta dovrà chiarirne le circostanze.

Pagani, Santino Ruggiero è stato indicato a rappresentare Italia Viva
Quindi ha ironizzato: "Direi di no invece alla traduzione inglese, 'Italia Alive' che ricorda quel film sui sopravvissuti.". Anche se il partito di Matteo Salvini perde qualche consenso, passando dal 34% al 33,6%.

Usa, nuove forze in Mo su richiesta Riad
Gli stessi generali fanno presente che un'eventuale azione militare contro la Repubblica Islamica potrebbe trasformarsi in una vera e propria guerra.

Parigi, via black bloc da corteo clima
La polizia ha risposto ancora con il lancio di lacrimogeni . "Bisogna che questo possa avvenire in un clima di calma ". In precedenza si parlava di 106 fermi da parte delle forze dell'ordine.

Non è la prima volta che lo stabilimento della Lubrizol è protagonista di incidenti: il 21 gennaio 2013 si verificò infatti una fuoriuscita di mercaptan, un gas maleodorante che per diversi giorni aveva provocato non pochi disagi nella valle della Senna-Inferiore, nella regione di Parigi e nel sud dell'Inghilterra. Le cause di questo disastro sono ancora sconosciute. Lo hanno fatto sapere i pompieri sul posto. Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno francese Christophe Castaner.

Share