Francia, a fuoco impianto chimico "ad alto rischio": nube nera sulla città

Condividere

Nella fabbrica si producono additivi lubrificanti. L'impianto è classificato "Seveso", sulla base della direttiva europea che impone agli stati membri di identificare i propri siti a rischio. In attesa dei risultati, la popolazione è invitata a restare al chiuso. Ad andare in fiamme sarebbe stato però un sito di stoccaggio merci, non tossico e le prime analisi non evidenziano pericoli. "Non c'è tossicità nelle principali molecole" del fumo ha aggiunto la prefettura locale. Esplosioni e alte fiamme si sono accompagnate a fumo denso e nero, e alle 8 del mattino, per due volte, le sirene hanno lanciato l'allarme alla popolazione. "Continuiamo a lottare contro il fuoco con un rischio di inquinamento della Senna per straripamento dei bacini di ritenzione", ha avvertito. "Non è il caso di farsi prendere dal panico per questa situazione, ma bisogna usare molta prudenza", ha detto il prefetto della Normandia, Pierre-André Durand, in una conferenza stampa, confermando che le scuole della zona sono state chiuse. Mentre un'inchiesta dovrà chiarirne le circostanze.

Fiorentina, l'ombra di Spalletti su Montella
Il tecnico spera di recuperare Chiesa e Ribery per la gara interna contro la Samp. Montella? È un fratello e un amico, abbiamo vissuto gioie e dolori.

Tifosi del Bologna e della Lazio in pellegrinaggio da Sinisa
Vittoria anche del carattere: "Abbiamo meritato la vittoria, abbiamo giocato bene, abbiamo dominato per tutta la partita". Non abbiamo preclusioni nel giocare con tanti giocatori offensivi ma dobbiamo avere umiltà ed equilibrio tattico.

F1 | Ferrari, Leclerc: "Sochi è una pista decisamente impegnativa"
Questa strategia ha finito per favorire il tedesco che si è trovato al comando quando Leclerc è andato a cambiare le gomme. Leclerc era visibilmente e chiaramente frustrato dalla decisione della Ferrari .

Non è la prima volta che lo stabilimento della Lubrizol è protagonista di incidenti: il 21 gennaio 2013 si verificò infatti una fuoriuscita di mercaptan, un gas maleodorante che per diversi giorni aveva provocato non pochi disagi nella valle della Senna-Inferiore, nella regione di Parigi e nel sud dell'Inghilterra. Le cause di questo disastro sono ancora sconosciute. Lo hanno fatto sapere i pompieri sul posto. Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno francese Christophe Castaner.

Condividere