Balotelli dedica il gol alla figlia

Condividere

QUALCOSA IN PIÙ - Corini è stato chiaro in conferenza stampa.

La piccola Pia indossava la maglia della squadra avversaria del Brescia, il Napoli, che giocava in casa. Dedicato alla figlia Pia che l'ha accompagnato all'ingresso in campo: "Un sogno che si avvera, amore mio" - queste le parole dell'attaccante per la gioia di aver segnato sotto gli occhi della figlia.

Chi invece è riuscito a segnare il suo nome sul tabellino è Manolas: dopo un gol giustamente annullato per fallo di mano, il centrale greco porta i partenopei in doppio vantaggio nel recupero del primo tempo. Non è così. Il Brescia potrebbe evitare la sconfitta. "Ho appena parlato con i miei giocatori, poche volte parlo con loro dopo le gare". Quella era però la coda di un'avventura stanca in Ligue 1, questa è l'inizio di quella che Balotelli e il calcio italiano sperano sia una rinascita. Forse la più importante è una: il 16 aprile del 2014. Dopo di ché il centravanti classe '90 si trasferito in Francia per quattro anni giocando con il Nizza prima e con il Marsiglia poi in quello che apparentemente sembrava un addio quasi definitivo al nostro campionato.

Uomini e Donne, ecco la nuova tronista dopo Sara Tozzi
Non è da escludere infatti che la De Filippi possa puntare su un volto nuovo e senza esperienze pregresse nel mondo televisivo. Sul web iniziano quindi a spuntare alcune ipotesi sul nome della ragazza che siederà sull'ambita poltrona rossa...

Luis Scola è un nuovo giocatore dell'Olimpia Milano
Con la Nazionale argentina ha vinto l'oro olimpico 2004, il bronzo olimpico nel 2008, l'argento mondiale nel 2002 e nel 2019. Le ultime due stagioni il sudamericano le ha trascorse nel campionato cinese con gli Shangai Sharks .

Dopo l'Atalanta, occhi puntati su Fonseca
Non ci penso per ora a lasciare l'Atalanta , poi mai dire mai, nel calcio come nella vita non si sa cosa può riservare il futuro. Ne uscì un 3-3 pirotecnico, a dimostrazione che, quando Atalanta e Roma si affrontano, lo fanno senza esclusione di colpi.

Sul ko del Napoli: "Il gol del Napoli sembrava in arrivo da un momento all'altro nella ripresa". "No, è una squadra qualitativa". "Lo vedo molto coeso e molto dentro il progetto. L'idea è giocare con due punte centrali e con un sistema che lo possa supportare e su questo continueremo a lavorare".

IL RITORNO AL GOL - Contro la Juventus non ha avuto modo di esultare, con il Napoli sì. "Anche perché c'è un allenatore straordinario come Ancelotti".

Redattore per VesuvioLive; Redattore per Football-Magazine; Redattore per Casanapoli.

Condividere