"Rimpatri in quattro mesi": il nuovo decreto di Di Maio

Condividere

La soluzione alla problematica migranti per Di Maio è il blocco delle partenze, ed è convinto che con una stretta sui rimpatri e una cooperazione più stretta con i Paesi africani gli sbarchi possano davvero ridursi drasticamente.

"Sui migranti presentiamo un decreto che non urla ma fa i fatti". "Presentiamo il primo step del nostro piano 'Rimpatri sicuri', e' stato un lavoro di squadra, firmiamo il decreto interministeriale che ci consente di portare, per una serie di paesi, le procedure per stabilire se un migrante puo' stare in Italia oppure no, da circa due anni a 4 mesi - ha spiegato Di Maio -". Il decreto riduce a 4 mesi il tempo per il rientro in patria dei rifugiati che non hanno diritto ad essere accolti. Già nei giorni scorsi Di Maio aveva annunciato "novità" sul dossier e ieri è intervenuto in un programma tv a Rete4 per anticipare alcuni temi: in particolare sono attese misure per i rimpatri.

"Dobbiamo lavorare sul principio che dobbiamo fare piu' accordi con Paesi del Mediterraneo, che comunque oggi votano e sono democratici, allora possiamo anche metterci d'accordo nel dire 'se arrivano i barchini sulle nostre coste, ve li rimandiamo indietro'". L'ha capito anche Luigi Di Maio che sull'immigrazione l'Italia deve alzare la voce. Il decreto ministeriale, che quindi non passerà dal via libera del Consiglio dei ministri, parte dai rimpatri.

Barcellona-Inter, Conte sfida Valverde: Sanchez torna al Camp Nou
"Siamo l'Inter , abbiamo Conte come mister e vogliamo vincere tutte le partite, compresa quella di domenica con la Juve ". A centrocampo il trio De Jong, Busquets e Rakitic, in ballottaggio con Arthur .

Dal Governo fondi per la Sanità e novità per ticket
Per stabilire il costo del ticket , verranno presi in considerazione anche altri fattori, come la presenza di malattie croniche , invalidanti o rare.

Le Iene Show torna con un tributo a Nadia Toffa
Il servizio è una sorta di video testamento di colei che ha sempre considerato Le Iene la sua casa. Sarà un video di 20 minuti l'omaggio che Le Iene dedicheranno alla giornalista Nadia Toffa .

Secondo indiscrezioni, il provvedimento prevede anche l'individuazione di una lista di Paesi sicuri più larga di quella alla quale finora si è fatto riferimento, come la Tunisia.

Da due anni a quattro mesi: si accorceranno di molto i tempi per i rimpatri. "Io credo che la redistribuzione sia non la soluzione definitiva". E al decreto Di Maio ha intenzione di accompagnare un pacchetto di accordi proprio con i Paesi africani "teatro" delle partenze per l'Europa attraverso i porti libici.

Condividere