E' morto Bigazzi, volto de La prova del cuoco

Share

Dopo molti attacchi, Beppe Bigazzi ebbe modo di spiegare che si riferiva a delle usanze di un tempo passato, non ai tempi odierni. Valdarnese di nascita, Bigazzi, 86 anni, lottava da tempo contro grave una malattia.

A darne notizia su Facebook l'amico Paolo Tizzanini, chef del ristorante L'Acquolina di Terranuova Bracciolini, in provincia di Arezzo, dove Bigazzi era nato: "A cerimonia avvenuta vi comunico la perdita di un amico fraterno un grande uomo in tutti i sensi", ha scritto.

La pietra dello scandalo fu la citazione di un proverbio toscano: 'a Berlingaccio chi non ha ciccia ammazza il gatto' che significa 'il giovedì grasso chi non ha più carne da mangiare si ciba del gatto'. La frase suscitò scalpore perché accompagnato dalla spiegazione sulla procedura utilizzata per trattare la carne dell'animale per migliorarne il sapore.

Verso taglio parlamentari. Di Maio: "Chi non vota vuole la poltrona"
Con ciò intendeva riferirsi in particolare alla leader di Fratelli d'Italia, che "ha saltato 3.260 votazioni su 4.352". Stiamo lavorando alla legge di bilancio? Di Maio ha ringraziato "tutte le forze politiche della coalizione di governo.

Domani il verdetto sull'ergastolo, rischio boss fuori dalle galere
L'ergastolo ostativo è 'riservato' ai condannati a vita per reati di mafia e terrorismo che non collaborano con la giustizia . In Italia , la pena dell'ergastolo è disciplinata dal Codice Penale (agli articoli 17 e 22).

ROSY ABATE 2, anticipazioni ultima puntata di venerdì 11 ottobre
Per Rosy questo è l'unico modo per mettere Costello sotto scacco, preparando così il campo alla sfida finale con lui. Non intende coinvolgere le persone che ama in un'azione che potrebbe rivelarsi estremamente pericolosa.

Era il 2010 e la ricetta del gatto in umido aveva lasciato allibita in primis la conduttrice ma anche i milioni di spettatori che stavano seguendo il programma di Rai 1 anche perchè Bigazzi candidamente aveva ammesso di aver mangiato spesso i gatti. Porterò sempre nelle tue ultime parole. Si avvicina al mondo della gastronomia solo nel 1993, quando, andato in pensione dopo aver lavorato come dirigente per colossi come ENI (23 anni) Lanerossi, Gepi, Maserati, Innocenti, Tristotex e Agip, si dedica alle attività di scrittore, redattore ed esperto di cucina. Ti ho conosciuto a 'Unomattina' e con te e @annamoronireal abbiamo portato al successo la #provadelcuoco. Tanti anni insieme, indimenticabili. Eri avanti in tutto.Burbero dal cuore tenero.

Nel 2010, quando alla conduzione c'era Elisa Isoardi, ha visto rescindere il suo contratto con la Rai a causa di alcune sue dichiarazioni che hanno scatenato polemiche tra gli animalisti. E io ti volevo bene, tanto. Ti abbraccio ricordando una delle tue celebri massime: 'La conoscenza fa la differenza'.

Su Twitter il saluto commosso di Antonella Clerici: "Ciao Beppe, niente sarà più come prima.".

Share