Istat: da revisione conti leggera crescita Pil in primi due trimestri 2019

Condividere

Blangiardo ha concentrato la sua attenzione su alcuni aspetti, a partire dalle stime che riguardano l'economia sommersa. Il valore aggiunto delle cosiddette ecoindustrie, ossia delle attività economiche la cui finalità principale è la protezione dell'ambiente o la gestione delle risorse naturali, "nel 2017 è stato pari a 36 miliardi di euro e al 2,3% del Pil, con una tendenza alla crescita superiore a quella media dell'economia".

Ma non c'è solo l'evasione fiscale. Lo sostiene il presidente dell'Istat ascoltato durante le audizioni per il Nadef. La Sardegna (quasi il 10% dell'export totale, oltre l'80% su quello alimentare), la Valle D'Aosta (1,4% e oltre il 40%), l'Emilia Romagna (1,6% e oltre il 20%). A riferirlo è il presidente dell'Istituto nazionale di statistica Gian Carlo Blangiardo in audizione nelle commissioni Bilancio sul Nadef a Palazzo Madama che ha parlato di una "Sostanziale persistenza dell'attuale fase di debolezza del ciclo economico" prevista nei prossimi mesi. Secondo la rilevazione sulle forze di lavoro, nel secondo trimestre del 2019 il numero di persone occupate è cresciuto in termini congiunturali di 130 mila unità (+0,6%) e il tasso di occupazione è salito di 0,3 punti (59,1%).

Secondo l'Istat, l'obiettivo di crescita previsto dal Def (Pil a +0,1 per cento) è "coerente solo in assenza di perturbazioni derivanti da una significativa involuzione dello scenario internazionale".

Turchia: "Pronti all'offensiva, a breve nostri soldati in Siria"
Ma la risposta del vicepresidente non aveva lasciato dubbi: "la Turchia non è un paese che agisce sotto minaccia". L'unico obiettivo dell'operazione militare turca sarebbe infatti quella di " eliminare il terrorismo ".

Inter, Mazzola non si fida di Conte: "Sembra ancora juventino. Manca Icardi"
Come avete fatto ad indovinare? Alla Juve bastava alzare le mani e guardare l'arbitro per avere un rigore qui . "Quando parla mi sembra parli ancora con gli juventini invece che con i nostri".

Tina Cipollari, la dieta va a gonfie vele: quanti chili ha perso
Sono dei consigli in generale sull'alimentazione. " Si sta impegnando moltissimo " ha detto la naturopata . Tina quindi si è pesata nella puntata di Uomini e Donne di oggi.

Il nostro Paese, rileva ancora l'Istat, è agli ultimi posti della graduatoria Ue per partecipazione delle donne al mercato del lavoro.

I valori sono tra i più bassi d'Europa insieme a quelli della Grecia. Le banche e le aziende che forniscono i servizi di pagamento forniscono un servizio che deve essere pagato e penso che la concorrenza tra operatori sia lo strumento migliore: "dove si è deciso di premere per la diffusione di questi strumenti - ha continuato - anche a fini di contrasto dell'evasione fiscale, di solito, viene presa in considerazione qualche forma di incentivazione pubblica, riconoscendo l'interesse pubblico".

Condividere