Juventus, Paratici e le rivali Scudetto: "Inter tra le più accreditate"

Condividere

"Riteniamo di essere a un buon punto con ancora grandi margini di miglioramento". Nonostante manchino oltre due mesi all'apertura del calciomercato invernale, la società è comunque molto attiva su diversi aspetti, a partire dalla situazione di Mario Mandzukic: "Parleremo con lui e con i suoi agenti e troveremo la miglior soluzione possibile. Rabiot? Ha bisogno di tempo, non è facile tornare a giocare dopo un lungo periodo di inattività".

Ronaldo non lascerà la Juventus tra un anno.

La Juve in estate ha piazzato un altro colpo da novanta: Matthijs De Ligt.

Morto Ettore Spalletti, lo scultore e pittore abruzzese, maestro dell'arte concettuale
Si è spento venerdì 11 ottobre Ettore Spalletti , artista e scultore pescarese, grande interprete dell'arte concettuale. Nel 2017 ha ricevuto la laurea ad honorem in architettura all'Università Gabriele D'Annunzio di Chieti-Pescara.

Olanda, Koeman perdona De Ligt: "Un errore così può starci, una volta..."
De Ligt , però, ha rischiato di macchiare la partita in cui ha stabilito il suo record con un doppio errore piuttosto grave. In occasione del vantaggio degli ospiti, favorendo la rete di Magennis .

Elton John ha avuto un cancro: le sue condizioni
Le condizioni di Elton John sarebbero apparse fin dall'inizio gravissime: " I medici dissero a che ero a 24 ore dalla morte ". Non mi piaceva l'idea che il cancro incombesse su di me, su di noi, per gli anni a venire: "volevo solo liberarmene".

Paratici certo, ha fiducia nella Juventus: "Siamo solo alla settima giornata ma Inter-Juventus è stata importante per dimostrare a noi stessi che ci siamo. Quello che abbiamo fatto con gli otto scudetti consecutivi è stato qualcosa di incredibile, però non vogliamo fermarci qui".

Da Amatrice, dove ha ricevuto il premio Manlio Scopigno come Manager of the year, Fabio Paratici ha parlato così di Cristiano Ronaldo. "Conte si è meritato sul campo l'affetto del popolo juventino". Oltre Conte, oltre Marotta, spuntano Ancelotti e Gasperini. "Anche il Napoli è molto forte - continua Paratici - e io penso che l'Atalanta sia al livello di queste squadre. Non viene accreditata per il titolo perché non ha la storia delle altre ma sul campo ha dimostrato di meritare tutto".

Condividere