Spagna, l'insostenibile crisi catalana continua. La posizione dei separatisti

Share

Queste sentenze sono ben al di sotto di quelle richieste dalla Procura, che aveva richiesto fino a 25 anni di prigione per l'ex vicepresidente regionale Oriol Junqueras. Oltre a Junqueras, Sánchez e Cuixart, sono coinvolti anche gli ex consiglieri Dolors Bassa, Joaquim Forn, Raül Romeva, Jordi Turull e Josep Rull, e dell'ex presidente del Parlamento Carme Forcadell. Carles Mundó, Meritxell Borràs, Santi Vila sono stati invece condannati a pagare soltanto delle ammende.

La sentenza mette fine a due anni di processo, iniziato esattamente due anni fa e durato quattro mesi, con 52 udienze.

Puigdemont ha tenuto una diretta Facebook da Waterloo, in Belgio.

E aggiunge: "Vogliamo sottolineare che la Commissione Internazionale di Giuristi ha considerato la condanna odierna per "sedizione" dei leader separatisti catalani come un attacco ai diritti umani per quanto riguarda la limitazione indebita del diritto alla libertà di espressione, assemblea pacifica e associazione".

Valtteri Bottas vince il Gran Premio del Giappone secondo Vettel
A causa di questo movimento la sua partenza è lentissima e viene subito infilato da Bottas che invece parte benissimo. Fuori dal podio l'altra Ferrari di Leclerc , arrivato sesto dopo una gara che l'ha visto in rimonta dal primo giro.

Cinque nuovi santi, c'è anche una svizzera
Siamo intercessori per loro, siamo responsabili per loro, chiamati cioè a rispondere di loro, a prenderli a cuore. R. - Sì, può esserlo certamente e lo è già stato. È una folla tranquilla, in preghiera.

Un uomo ha accoltellato cinque persone a Manchester
Fermato temporaneamente anche il transito dei tram all'altezza della centrale Exchange Square, stand a quanto aggiunge la Bbc . Tutti sarebbero stati accoltellati, ma non sono al momento note le loro condizioni.

Manifestazioni sono previste in serata a Ginevra e Zurigo: "Immagino che la partecipazione sarà alta", prevede David d'Enterria, esponente della sezione svizzera dell'Assemblea Nacional catalana. Nessuno degli imputati in custodia cautelare è stato condannato a meno di 9 anni di carcere.

Manifestanti indipendentisti catalani hanno interrotto varie strade della regione autonoma spagnola in segno di protesta per la sentenza del 'procés'.

Non risultava tra i dodici uomini finiti a processo nell'ottobre del 2017 per disobbedienza, ma la decisione della Corte Suprema spagnola torna a far ricadere il nome di Carles Puigdemont tra le persone responsabili del tentativo di indipendenza coatta da parte del parlamento catalano nei confronti del potere centrale di Madrid. "La soluzione del conflitto in Catalogna deve venire esclusivamente dal dialogo politico, il club chiede ai leader politici di avviare un negoziato che porti alla liberazione di leader civili e politici condannati".

Share