Calcio, il Pescara "licenzia" un suo tifoso per razzismo

Share

La società adriatica ha risposto senza problemi: "Facciamo noi? Bene, signore e signori, Andrea non è più un nostro tifoso", ha replicato il Pescara con tanto di emoticon di festa e gli hashtag 'NoAlRazzismo' e 'NoToRacism'.

Il Pescara si è schierato apertamente e nettamente contro il razzismo, uno dei temi caldi del calcio in queste concitate ore che seguono alle partite delle varie Nazionali.

Avril Lavigne in concerto a Milano nel 2020
La league europea comprenderà 11 date che toccheranno Amsterdam, Parigi, Berlino e Amsterdam. Avril Lavigne ha scelto l'Italia per dare il via al suo Tour europeo "Head Above Water".

Rummenigge: "L'esonero di Ancelotti? Forse dovevamo aspettare"
Il tedesco ha vestito la maglia nerazzurra per tre stagioni: "Oggi vedo bene l'Inter, ha avuto una partenza buona". Esonero? Quasi quasi mi veniva da piangere.

Guerra in Siria, Ankara: ucciso primo soldato turco. Pronta proposta sanzioni
Sono spuntati nella notte e stamattina sono già stati fatti rimuovere dalla polizia locale, su disposizione delle autorità locali. I curdi denunciano inoltre il bombardamento di un carcere dove sono tenuti i combattenti dell'autoproclamato Stato Islamico .

"Bravo @PescaraCalcio! Continuiamo insieme questo percorso per dire ancora una volta #NoAlRazzismo #NoToRacism". Anche il presidente della Lega di Serie B, Mauro Balata, ha apprezzato molto la presa di posizione del Pescara e non ha mancato di ricondividerla e rivolgere i complimenti alla società.

A ritwittare è stato anche il presidente della Figc, Gabriele Gravina, che scrive: "La strada è questa, il calcio non può accettare razzismo e discriminazioni".

Share