L' esercito di Damasco entra a Manbij

Share

Come è noto, il presidente turco Tayyip Erdogan ha dichiarato che l'esercito turco prevede di restituire Manbij ai "suoi veri padroni arabi".

"La polizia militare russa continua a pattugliare i confini nord-occidentali della contea di Manbij lungo la linea di contatto tra le forze armate della Repubblica Araba Siriana e le forze armate della Turchia", ha sottolineato il Ministero della Difesa. LE REAZIONI INTERNAZIONALI. Sono in arrivo "grandi sanzioni" sulla Turchia. Basta alle guerre senza fine".In mattinana Trump, riferendosi ai prigionieri dell'Isis, sempre su Twitter aveva scitto: "L'Europa se li sarebbe dovuti prendere indietro già prima dopo numerose richieste, senza permettere loro di scappare.

Juventus, vicino Matias Soule (2003) del Velez
Sì, perché al netto di un piccolo "premio preparazione", infatti, Soulé sbarcherebbe a Torino praticamente gratis. Matias Soule è entrato nella lista dei desideri di Fabio Paratici , Chief Football Officer della Juventus .

Politica / Dazi Usa, tensione Trump - Mattarella alla Casa Bianca
I due capi di Stato si sono accomodati nella Sala Ovale per un incontro riservato. E sull'Italia "non vogliamo essere duri, vedremo di affrontare l'argomento".

Milan, Elneny obiettivo per gennaio. Servono 15 milioni
Elneny è un geometra incontrista, una sintesi tra Kessie, Biglia e Bennacer . Mohamed Elneny , classe 1992 , è nel pieno della carriera .

Infine, il ministro degli Esteri italiano, Luigi Di Maio, su Facebook ha annunciato che "al Consiglio Affari Esteri dell'Ue chiederò a nome dell'Italia di assumere ogni misura possibile affinché la Turchia fermi la sua offensiva in Siria contro il popolo curdo, incluso un blocco europeo dell'export di armi verso Ankara". "L'Ue condanna l'azione militare della Turchia che mina seriamente la stabilità e la sicurezza di tutta la regione". Inoltre nel documento si richiede un "incontro ministeriale della Coalizione internazionale contro Daesh".IL FRONTE DELLA BATTAGLIA. Lo riferiscono fonti militari di Ankara. Le forze governative siriane sono arrivate ad Ayn Issa, tra Raqqa e il confine turco.

Il primo indizio di questa improbabile alleanza è giunto sotto forma di un dispaccio da parte dell'agenzia stampa siriana Sana, riferendo che "le unità dell'esercito arabo siriano si stavano dirigendo a nord per contrastare l'aggressione turca nel territorio siriano" e accusando le forze turche di "aver commesso massacri nella popolazione locale, occupando territori e distruggendo infrastrutture". Fra le vittime cinque persone che si trovavano su un'auto sulla quale hanno sparato le milizie filo-turche Lo afferma l'Osservatorio siriano per i diritti umani.

Share