Arrestato figlio del Chapo, in Messico assalto armato ai soldati

Share

Dopo il caos scatenato in città le autorità avrebbero poi rilasciato il figlio di El Chapo - A confermare l'arresto del figlio di El Chapo è stato il ministro della Sicurezza messicano, Alfonso Durazo: il giovane, che appunto si chiamerebbe Ovidio Guzmán López, sarebbe stato catturato in un'abitazione a Culiacán con altre tre persone dopo un attacco ad una pattuglia della Guardia Nazionale. Jose Luis Gonzalez Meza, uno degli avvocati della famiglia di El Chapo, ha detto ad Ap che "Ovidio è vivo e libero", ma di non avere altri dettagli sull'accaduto.

Secondo quanto riportano i media messicani, le forze dell'ordine stavano effettuando operazioni di controllo di routine quando sono stati attaccate con colpi d'arma da fuoco provenienti da un appartamento.

Tuttavia, subito dopo il fermo diversi uomini legati al cartello sono intervenuti per liberare e hanno iniziato a sparare all'indirizzo degli agenti. Barricate sono state erette in diversi punti di Culiacán.

Michelle Hunziker: "Chiamato Maria per aiutarmi?", la risposta alle polemiche
L'ultimo appuntamento con il programma condotto da Michelle Hunziker , infine, dovrebbe essere trasmesso in diretta la settimana prossima.

Il Vaticano lancia il rosario digitale
In questi giorni nello Stato del Vaticano è stato presentato un gadget Hi-Tech quanto meno. particolare. Il costo di questo rosario tecnologico è di 99 euro.

Roberto Cavalli ricoverato in ospedale: "Sono nervoso"
Il suo stile è sempre stato caratterizzato da un utilizzo delle stampe animalier, la pelle come elemento chiave e il denim . Il matrimonio è finito qualche anno fa e accanto a Cavalli è apparsa l'ex coniglietta di playboy Sandra Nilson.

El Chapo ha avuto per anni il dominio del traffico della droga messicana, creando un'organizzazione da 14 miliardi di dollari e divenuto famoso per le fughe dal carcere, con l'utilizzo di tunnel sotterranei.

Dopo l'arresto del padre, infatti, è stato il figlio a ereditare i traffici illeciti de El Chapo. Blocchi e sparatorie sono segnalati in particolare intorno alla sede della Procura, dove sarebbe detenuto il figlio del Chapo e fonti citate dalla stampa locale sostengono che i criminali stanno cercando di rapire i parenti dei militari e delle autorità. Ad aver generato la rivolta in uno dei centri dove opera il cartello di Sinaloa, sono gli affiliati del gruppo criminale tanto che il governo dello stato federale ha dovuto consigliare ai suoi cittadini di non uscire di casa per le tensioni che si sono create.

Share