Grillo straparla: "Dovremmo togliere il diritto di voto agli anziani"

Share

Così esordisce il garante del Movimento 5 Stelle che in modo provocatorio espone le sue perplessità sul mantenere il diritto di voto alle persone più anziane. "Una proposta potrebbe essere quella di privare il diritto di voto agli anziani, ovvero eliminare il diritto di voto ad una certa età (oppure dare ai genitori voti per procura per ciascuno dei loro figli a carico)", scrive Grillo sul suo blog.

"In tal caso - prosegue Grillo - i loro voti dovrebbero essere eliminati del tutto, per garantire che il futuro sia modellato da coloro che hanno un reale interesse nel vedere realizzato il proprio disegno sociale". Una carrellata di dati per finire poi sullo stesso concetto: "le decisioni prese dalle generazioni più anziane influenzano gli interessi delle generazioni più giovani e non ancora nate". La risposta: "La prima opposizione sarebbe quella della discriminazione, fondata sull'età". Infatti egli risponde sui social con questa dichiarazione: "affinché vi sia discriminazione vi deve essere un trattamento diverso tra due o più gruppi/identità basato su alcune caratteristiche arbitrarie".

"In questo caso - continua Grillo -, le politiche differenziate per età non dividono la popolazione in due o più gruppi, poiché tutti, alla fine, diventiamo anziani".

In secondo luogo, Grillo cita il filosofo Philippe Van Parijs: "Le persone dovrebbero avere il potere di influenzare le decisioni in proporzione alla misura in cui sono suscettibili di sostenere le conseguenze di tali decisioni".

"Se un 15enne non può prendere una decisione per il proprio futuro, perché può farlo chi questo futuro non lo vedrà?", la domanda retorica. "Quindi non c'è ingiustizia", a detta del fondatore del Movimento. Grillo suggerisce inoltre un preavviso di 5 anni, così che "anche gli anziani di oggi non si sentirebbero messi in castigo".

Brexit, l'accordo fra Ue e Regno Unito sembra vicino
Commentando le indiscrezioni del Guardian , un portavoce di Downing Street è rimasto prudente, parlando più genericamente di progressi .

Ritirato farmaco anti-ulcera e gastrite: controllate MARCA e LOTTI interessati
La sua azione si fonda sulla riduzione e regolazione della produzione di succhi acidi nello stomaco. L'Omeprazolo appartiene alla classe dei farmaci detti "inibitori della pompa protonica" .

Spagna, l'insostenibile crisi catalana continua. La posizione dei separatisti
La sentenza mette fine a due anni di processo , iniziato esattamente due anni fa e durato quattro mesi, con 52 udienze . Carles Mundó, Meritxell Borràs, Santi Vila sono stati invece condannati a pagare soltanto delle ammende.

L'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini, come riporta il Corriere della Sera, ha commentato così la proposta di Grillo: "A me sembra da ricovero".

"Grillo - spiega la leader di Fratelli d'Italia - non è un cittadino qualsiasi, ma è il capo del partito di maggioranza relativa del Parlamento e il principale azionista del Governo. Non è tollerabile liquidare la sua proposta di togliere il diritto di voto agli anziani come il delirio di un folle o la battuta di un comico".

La proposta di Beppe Grillo di discutere se togliere il voto agli anziani è piombata nel web con l'effetto di un sasso lanciato in uno stagno.

Beppe Grillo come sempre non manca a far nascere polemiche, e l'ultima è partita da una sua dichiarazione sul blog con cui ritiene giusto escludere gli anziani di una cera età dal voto.

Secondo il vice-presidente del Senato, la proposta di Grillo va a minare "un diritto fondamentale pilastro della nostra democrazia e della nostra Costituzione". In effetti altre Ricerche autorevoli (valga per tutte quella della Sapienza di Roma) confermano un problema di "sostenibilità" del sistema-Paese (welfare, pensioni, distribuzione del reddito ecc.) mentre il 53° Rapporto CENSIS ormai imminente, dovrebbe riproporre il fermo-immagine di un Paese invecchiato, stanco, deluso, sfiduciato e rancoroso.

Share