Lazio-Atalanta, Immobile: "Penosi nel primo tempo. Rigore al 90' pesantissimo"

Share

"È chiaro che gli episodi fanno vedere la partita diversamente". La squadra poi sul 3-2 ha fatto comunque una buona prestazione. Nella ripresa Inzaghi cambia subito inserendo Cataldi e Patric per Parolo e Marusic; l'Atalanta sembra amministrare, ma Palomino commette un'ingenuità falciando Immobile in area, poi lo stesso attaccante trasforma il rigore.

"La Lazio a un certo punto è stata rilanciata, un episodio l'ho già rivisto e mi è bastato". Che hanno vanificato quanto di buono costruito soprattutto nel primo tempo da parte dei nerazzurri in grado di passare in vantaggio grazie alla doppietta di Muriel e al gol di Gomez. Abbiamo perso una Coppa Italia per gli episodi. Poi fa un altro passo e poi fa un bel tuffo. Il giocatore si è sentito sfiorare, toccare. Peccato che tutte le volte che arriviamo qui c'è sempre qualcosa da sopportare.

MotoGP | Gp Giappone Qualifiche: Fabio Quartararo: "Proveremo a stare con Marquez"
Queste le sue considerazioni: "So che in queste condizioni faccio fatica solitamente, ma alla fine sono contento". E' mancato qualche decimo per partire più avanti perché non sono stato abbastanza bravo in frenata .

L' esercito di Damasco entra a Manbij
Le forze governative siriane sono arrivate ad Ayn Issa, tra Raqqa e il confine turco. Sono in arrivo "grandi sanzioni" sulla Turchia . Lo riferiscono fonti militari di Ankara.

Ciclista investito a Canzo Rimarrà paraplegico - Erba Canzo
Edo è stato informato che la frattura alla schiena lo ha portato ad uno stato di paraplegia , con la perdita delle sensazioni nervose alle gambe.

"Vi dirò di più, non c'era nemmeno il secondo rigore per come vedo io il calcio". Noi usciamo con un risultato positivo, va bene così. L'Atalanta non c'è più ed è stanca, la Lazio ci crede e al 92' ancora Immobile si procura un rigore con furbizia prendendosi un fallo da De Roon. Se parliamo di calcio non sarò mai d'accordo, poi se vogliamo fare i faziosi.Questi non sono episodi da rigore, ma furbate, te li cucchi, te li becchi contro e non c'è niente da fare.

Share