Iraq, spari sui dimostranti 18 morti, centinaia di feriti

Condividere

Secondo il racconto di questo testimone un auto in corsa avrebbe aperto il fuoco su una tenda allestita in piazza a Karbala dai dimostranti e successivamente, forse approfittando del caos creato dalla prima raffica di colpi, alcuni uomini mascherati e vestiti di nero avrebbero aperto il fuoco contro le persone presenti causando la morte di 18 persone. Ricordiamo che a riferire ciò che ci accingiamo a narrarvi è stato una persona che ha reso una testimonianza anonima a un funzionario iracheno. Migliaia di manifestanti sono tornati in piazza ieri sera e sono stati attaccati nella notte. L'agenzia irachena Ilna parla di 112 feriti, citando un bilancio del dipartimento locale della Sanità. Tra il 1 e il 9 ottobre, Hrw ha documentato in che modo le forze di sicurezza abbiano usato una forza letale eccessiva. Sul suo account ufficiale Facebook la polizia nega si siano registrate vittime e conferma solo la morte di una persona deceduta in circostanze che non hanno nulla a che vedere con le proteste.

La polizia di Kerbala minaccia azioni legali contro i media "che tenteranno di rovinare la reputazione della città di Kerbala".

Clienti UniCredit, occhio ai vostri dati: ben 3 milioni messi a rischio
I dubbi potranno essere sciolti chiamando il numero verde e dal servizio clienti messi a disposizione dalla banca stessa. Unicredit è stata oggetto di un'intrusione informatica nel 2015 che ha riguardato i dati di quasi 3 milioni di clienti .

Juve, Nedved: "Il gesto di Demiral non viola il nostro codice etico"
Presente all'assemblea degli azionisti bianconeri, il Vicepresidente Pavel Nedved ha risposto ad una domanda sull'esultanza di Demiral in Nazionale.

Rai, il cda attacca il programma Report
Nonostante gli ottimi ascolti (2 milioni 153mila spettatori pari al 9,1% di share), Report ha diviso il Cda della Rai . Per il segretario del Pd Nicola Zingaretti "nel servizio pubblico si difenda la libertà di espressione ".

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.

Condividere