Juventus, Sarri: "Gestito male il vantaggio. Ronaldo? Doveva riposare"

Condividere

La Juventus ha incontrato nell'ultima partita Lecce pareggiando 1-1 mentre Il Genoa ha incontrato il Brescia vincendo 3-1. Ora la Vecchia Signora rischia di perdere la testa della classifica.

Nonostante il dominio bianconero il risultato non si sblocca.

Moto: Australia, Dovizioso, difficile lottare per il podio
Il #12 ha messo tutti in riga, unico a scendere sotto l'1:29, con un ottimo 1:28.824, brillando anche sul passo gara. Nella top ten della combinata anche le Yamaha di Rossi e Morbidelli , rispettivamente settimo e nono.

Cecilia Rodriguez felice con Ignazio Moser Il nostro segreto Fare tanto lamore
"E non vedo l'ora di raccontarvi tutto credeteci nei vostri sogni perché davvero diventano realtà ". Dal canto suo Ignazio la venera: "Lei ha un carattere esplosivo, tanta ironia e gioia di vivere".

La Lazio nella tana del Celtic Glasgow: gara su Tv8 e Sky
A centrocampo non c'è Luis Alberto , Parolo al suo posto con Leiva e Milinkovic-Savic, con Lazzari a destra e Jony sulla sinistra. Abbiamo diversi giocatori stanchi e speriamo che non siano problemi muscolari, deciderò all'ultimo la formazione .

"Il Lecce è una squadra propositiva, anche nel momento di difficoltà non smette di giocare il proprio calcio". Era cosciente, credo tornerà con noi. Ci siamo fatti trascinare da una gara sporca, serviva piu' lucidità in una gara dove abbiamo costruito molto. La prestazione è stata buona, abbiamo creato e sprecato tanto. Possiamo discutere sulla mancanza di cattiveria, e anche la gestione del vantaggio non mi è piaciuta. "Questa facilità a creare palle-gol non deve farci pensare che tutto sia facile". I rossoblù escono dal campo infuriati con l'arbitro che a inizio ripresa aveva anche espulso Cassata e mandato negli spogliatoi anche Marchetti per protetsa con il secondo portiere che si trovava in panchina. Quando un giocatore manifesta la sua stanchezza, allora è giusto farlo riposare. Il movimento del braccio è naturale e la palla è a due metri da lui. Per un difensore è difficile evitare certe situazioni alla luce delle nuove regole introdotte dagli arbitri. Ma ora Sarri teme il possibile sorpasso dell'Inter? E forse pure per chi gioca in Puglia, dato che la squadra di Liverani non ha fatto ancora punti in casa: "Chiaro che la temperatura va a incidere sui ritmi - sottolinea l'allenatore -".

Condividere