De Laurentiis furioso: "Fossi in Ancelotti direi basta col calcio italiano"

Share

Il gol del 2-2 di Ilicic, arrivato dopo il contatto tra Kjaer e Llorente in area ospite, ha mandato su tutte le furie i campani e anche il suo presidente. Queste le sue pparole su Ancelotti: "Ma cos'è questa cafonata di un arbitro che si permette di buttare fuori un grande signore come Ancelotti. Basta, ci siamo stancati: senza di noi andrebbero a pelare le patate". Loro diranno che non sta a me dirlo. Dico che ho il diritto, per i soldi che investo nel calcio, per i calciatori miei e dell'altra squadra, di vedere le immagini al VAR. Io se volesse lasciare l'Italia lo capirei. Saremmo in grado di cambiare questo calcio che non va avanti. Ma venissero a spiegarci le cose, anziché pontificare dall'alto. Ne abbiamo le tasche piene.

L'Atalanta ha sempre fatto partite straordinarie qui, ho ancora un contratto firmato di Gasperini prima dell'arrivo di Benitez. Come Gasp: ho un contratto firmato nel 2011 o nel 2013, prima di rinnovare quello di Mazzarri. Poi si può accettare la decisione del regolamento. Credo che finora abbiano onorato la maglia.

"Chiedo chiarezza e rispetto".

Alitalia, svolta nella trattative: Lufthansa pronta ad investire fino a 200 milioni
Delta si era impegnata per 100 milioni. "Anche il progetto Alitalia dovrebbe passare attraverso chi ha esperienza tecnica e di gestione".

Mercato Inter, Vidal esce allo scoperto e chiama Antonio Conte
Abbiamo un settore giovanile eccellente, lo dimostra Sebastiano Esposito . Infine su Sanchez: "La speranza è di rivederlo in campo a gennaio.

WANDA NARA a Tiki Taka: "Allucinante rigore su Lautaro in Inter-Parma"
Una notizia che sorprende, ma non troppo considerato quanto la telenovela Icardi abbia assorbito e diviso nei mesi precedenti all'accordo con il PSG e il rinnovo con l'Inter .

L'ultimo turno di campionato ha visto una lunga serie di decisioni, assunte da parte della classe arbitrale, aspramente contestate da tifosi e presidenti della massima serie.

Nello sfogo pubblico, invece, l'attacco del presidente del Napoli era rivolto soprattutto all'AIA, a Nicchi ed a Rizzoli. "Cari Nicchi e Rizzoli, dovete metterci la faccia, fino ad ora lo avete fatto male, siete dei cattivi attori".

Share