Germania, Dresda proclama lo "stato d'emergenza nazismo"

Condividere

Il consiglio comunale di Dresda, cittadina della Germania, ha proclamato lo "Stato d'emergenza nazista" attraverso una delibera votata dalla maggioranza dei consiglieri, tra cui i Verdi, i post-comunisti (Linke), i Liberali (Fdp) e i socialdemocratici (Spd).

Dresda dichiara lo "stato d'emergenza nazismo". Con il provvedimento, la città della ex Ddr si impegna a rafforzare la quotidiana cultura democratica e a proteggere meglio minoranze e vittime di violenza di destra. "Dobbiamo fare qualcosa - ha esortato Aschenbach, promotore del testo, parlando con l'emittente Mdr - La politica deve finalmente cominciare a contrastare" questo fenomeno "e dire che è inaccettabile". Il provvedimento non è stato votato dal partito cristiano-democratico (Cdu) della cancelliera Angela Merkel, che l'ha bollato come meramente simbolico e lessicalmente sbagliato.

Milan, Paquetá contro Giampaolo: "Con lui molti fuori ruolo e troppa confusione"
Se un giocatore viene utilizzato nel ruolo che preferisce rende di più. "Adesso questo sta succedendo, dobbiamo solo migliorare". Concetto, quello espresso da Paquetà , ribadito anche a 'Sportmediaset'.

Pavarotti da Lunedì 28 a Mercoledì 30 Ottobre al Rossini e all’Astra
Negli anni '70, Ron Howard ha conquistato la notorietà interpretando il ruolo di Richie Cunningham nella serie televisiva di grande successo 'Happy Days' .

Brescia-Inter, le formazioni ufficiali: 3-5-2 a confronto. Conte coi soliti noti
Inizio di Campionato in salita per il Brescia , che in casa ha ottenuto un solo punto, frutto di un pareggio e due sconfitte. A centrocampo in cabina di regia ci sarà Tonali , con Bisoli e Romulo che dovrebbero agire da mezzali.

Così, mentre nella parte occidentale del Paese l'Afd raccoglie poco più dell'11% dei voti, come avvenuto alle scorse europee, proprio in Sassonia alle regionali del settembre scorso Alternative fuer Deutschland ha triplicato i voti al 27,5%, stabilendo il proprio record assoluto per qualsiasi tipo di elezione.

Condividere