É morta a 80 anni Marie Laforêt, cantante e attrice francese

Condividere

La cantante e attrice franco-svizzera Marie Laforêt è deceduta in Svizzera, dove viveva dagli anni Settanta, all'età di 80 anni. Lo ha annunciato alla stampa la sua famiglia, aggiungendo che la morte è avvenuta ieri in una clinica a Genolier (VD). A dare l'annuncio del decesso sono stati i familiari, senza specificarne le cause.

Una carriera caratterizzata dalla presenza in 35 film e dalla vendita di più di 35 milioni di album. Debuttò per caso sostituendo la sorella a un concorso di giovani talenti organizzato nel 1959. La seconda in particolare è di Daniel Gérard, autore di molti testi di successo, la canzone fu tradotta in lingua italiana con il titolo de 'La vendemmia dell'amore'. All'anno successivo risale la sua prima apparizione cinematografica nel film Delitto in pieno sole, diretto da René Clèment.

Berlusconi: "Ho il Milan nel cuore, spero che questa fase finisca presto"
Per la precisione, Bonolis parla di quando l'ex Presidente del Consiglio gli propose un ruolo di primaria importanza all'interno di Forza Italia .

Pakistan, rogo su treno passeggeri, almeno 46 morti
Sebbene siano vietate sui treni, il loro uso è diffusissimo nei lunghi viaggi dei passeggeri, che le usano per prepararsi i pasti. I feriti al momento sarebbero decine e ancora non sono stati identificati e stimati, ma ci sarebbero alcuni casi gravi.

Sorpresa Roma, c’è anche Totti in tribuna all’Olimpico
Totti è il giocatore più importante della storia della Roma , per noi resta un idolo, ma oggi non fa parte del club. Alla fine Totti si è detto molto contento: "Emozionato per il ritorno all'Olimpico per vedere la Roma ".

La sua carriera artistica continua fino a quando nel 1978 decide di stabilirsi a Ginevra per dedicarsi alla galleria d'arte da lei aperta. Si ricordano "Che male c'è", "E se qualcuno si innamorerà di me", "Un foulard di seta blu", "Nozze di campagna", "Manchester e Liverpool", "Viens, viens" (cover di "Rain, Rain, Rain"), "Il a neigé sur Yesterday" (omaggio ai Beatles). Tra le pellicole più note "Poliziotto e canaglia" di Georges Lautner (1979); in Italia interpretò "Le soldatesse" di Valerio Zurlini (1965), "L'avaro" di Tonino Cervi (1990) al fianco di Alberto Sordi, "Una fredda mattina di maggio" di Vittorio Sindoni (1990), "Tutti gli uomini di Sara" di Gianpaolo Tescari (1992) così come nelle miniserie televisive "La piovra 3" (1987) e "A che punto è la notte", ultima opera diretta da Nanni Loy (1994). Ha avuto cinque mariti e tre figli, fra cui la regista Lisa Azuelos.

Condividere