4 novembre, festa della Forze Armate all'Altare della Patria

Share

La cerimonia è proseguita in piazza Vittorio Emanuele e, successivamente, in via IV Novembre per l'alzabandiera e la benedizione presso il Monumento dell'Alpino.

I Carabinieri "in vetrina" per esprimere anche idealmente la loro vicinanza alla cittadinanza. Con il Regio decreto n.1354 del 23 ottobre 1922, il 4 Novembre fu dichiarato Festa nazionale.

L'iniziativa delle "Caserme Aperte" verrà replicata, con le stesse modalità, anche nelle giornate del 13, 14 e 15 novembre prossimi, nell'ambito del 2° Festival della "Public History", la manifestazione che ha ottenuto l'alto patronato della presidenza della Repubblica e organizzata dal Centro studi relazioni atlantico mediterranee, d'intesa con la prefettura di Lecce e i componenti del Comitato per la valorizzazione della cultura della Repubblica. Nel corso degli anni '80 e '90 la sua importanza nel novero delle festività nazionali è andata declinando, ma recentemente (in corrispondenza con la Presidenza della Repubblica di Carlo Azeglio Ciampi) è tornata a celebrazioni ampie e diffuse. Si iniziò così a festeggiare il completamento dell'Unità Nazionale.

I narcos fanno strage di mormoni: sterminati una decina, anche sei bambini
Dodici appartenenti alla comunità religiosa dei Mormoni statunitensi sono stati uccisi in una serie di attacchi quasi simultanei. Un gruppo di mormoni americani con doppia cittadinanza , vittime di un'imboscata compiuta in pieno giorno.

Zurigo, ucciso il parrucchiere di Cristiano Ronaldo: l’accaduto
Sulla sua pagina Facebook pubblicava molte foto del suo lavoro: Ronaldo compare in una datata 2015. La polizia non ha trovato il coltello sulla scena del crimine.

Serie A, salta la quarta panchina: l’Udinese esonera Tudor
L'Udinese ha perso ancora ieri sera contro la Roma 4 a 0 dopo il ko di Bergamo contro l'Atalanta. Quella dell'Udinese è la quarta panchina che salta in Serie A , dopo Milan , Genoa e Sampdoria .

Una sentita partecipazione ha coinvolto Martiniana Po, ieri lunedì 4 novembre nella cerimonia per Festa dell'Unità nazionale e delle Forze armate.

Il sindaco e presidente della Provincia di Piacenza, Patrizia Barbieri, ha sottolineato la vicinanza della popolazione alle Forze Armate ed ha espresso gratitudine per il presidio del territorio. In queste missioni l'uso della forza deve essere limitato all'autodifesa e alla difesa del mandato. No alla mala pianta della cultura dell' odio e della guerra e per questo che ringrazio le nostre Forze Armate, impegnate a garantire la sicurezza e la pace in ambito internazionale. Anche quest'anno sara' riservata grande attenzione alle nuove generazioni con conferenze tenute da personale militare nelle scuole. Alle scuole, inoltre, sarà consegnato simbolicamente il Tricolore, vessillo di libertà, simbolo di un popolo che trova la sua identità nei principi di fratellanza, di uguaglianza e di giustizia.

Share