Verona vieta accesso stadio a Castellini

Share

Il giudice ha preso questa decisione dopo aver letto il referto arbitrale e la relazione della procura federale dove viene riferito che "al 9° del secondo tempo il direttore di gara era costretto a interrompere il gioco, per circa 3 minuti, poiché il calciatore Mario Balotelli era oggetto di cori di discriminazione razziale da parte di alcuni tifosi della Soc. Hellas Verona posizionati nel settore denominato 'poltrone est'".

Comportamento ed espressioni gravemente contrarie ai principi etici ed i valori del club.

Non sarà mica quel Luca Castellini di Forza Nuova e capo ultras del Verona? Proprio quel movimento - che dice di esser culturale anche se ha da sempre fatto politica - che spesso e volentieri ha utilizzato quel termine, 'goliardia', per sminuire molti degli eventi xenofobi, discriminatori e che riportano alla memoria un clima da Ventennio, accaduti nel nostro Paese.

De Laurentiis: "Il Napoli resterà in ritiro fino a domenica"
Calciopoli? Il ricordo è ancora vivo, per alcuni arbitri metto la mano sul fuoco ma non posso farlo per tutti. Quando si viaggia in aereo vedo una squadra coesa e vorrei che questa coesione contaminasse tutti.

La mamma di Ronaldo: "Meritava più premi, ma c'è la mafia"
Pesante accusa da parte della madre di Cristiano Ronaldo , che insinua la presenza di pressioni extracalcistiche. Se fosse stato inglese o spagnolo avrebbe più di Palloni d'Oro , ma è portoghese di Madeira, questo succede.

Alitalia, svolta nella trattative: Lufthansa pronta ad investire fino a 200 milioni
Delta si era impegnata per 100 milioni. "Anche il progetto Alitalia dovrebbe passare attraverso chi ha esperienza tecnica e di gestione".

L'Hellas Verona, si legge nella nota sul sito, "comunica di aver adottato nei confronti del Signor Luca Castellini una misura interdittiva che, proporzionata alla gravità dei fatti, alla luce di quanto previsto dagli artt". Il capoultrà dell'Hellas Verona è stato sospeso dal club veronese fino al 30 giugno 2030 per le parole offensive recate all'attaccante del Brescia nel day-after Verona-Brescia, match divenuto fortemente mediatico a causa dei buu razzisti ai danni di Balotelli provenienti dalla curva dell'Hellas.

Luca Castellini paga caro l'attacco a Mario Balotelli. Una in particolare la frase più grave riferita al giocatore: "È italiano perché ha la cittadinanza italiana, ma non potrà mai essere del tutto italiano". Ha poi difeso così la sua tifoseria dalle accuse di razzimo: "Ce l'abbiamo anche noi un negro in squadra, ha segnato pure e tutta Verona gli ha battuto le mani".

Share