Seggiolini anti-abbandono, l’obbligo scatta da domani: rischio sanzioni fino a 326 euro

Condividere

"L'informazione- aggiungere ancora Pagano - fino ad oggi è stata confusa e carente, inzialmente, infatti, si era detto che l'obbligo sarebbe scattato a marzo".

Dal 7 novembre 2019 chiunque trasporti minori di 4 anni è obbligato ad installare dispositivi per prevenire l'abbandono di bambini nei veicoli chiusi.

L'Asaps, Associazione sostenitori Polstrada, spiega che il ministero dell'Interno ha divulgato mercoledì la Circolare esplicativa della Direzione Centrale delle Specialità per attuare il decreto del Mit relativo al Regolamento sull'art.172 del nuovo Codice della strada.

Questi, specifica il Decreto, potranno essere integrati in origine nel seggiolino, un accessorio omologato al veicolo oppure una dotazione indipendente dal seggiolino e dall'auto.

I narcos fanno strage di mormoni: sterminati una decina, anche sei bambini
Dodici appartenenti alla comunità religiosa dei Mormoni statunitensi sono stati uccisi in una serie di attacchi quasi simultanei. Un gruppo di mormoni americani con doppia cittadinanza , vittime di un'imboscata compiuta in pieno giorno.

MotoGp, a Sepang vola Quartararo: la prima vittoria a quota 2,50
Purtroppo in qualifica il mio feeling con la moto non era ottimo e quindi non sono riuscito ad essere abbastanza veloce. Per il 22enne di Prato, che corre col team Leopard, è il 3° successo di una stagione indimenticabile.

Niente Roma-Napoli per Ancelotti, confermata la squalifica
Qual è il vostro obiettivo ora in classifica? Pensiamo alla prossima partita, in programma martedì che sarà fondamentale. In campionato non giochiamo e rendiamo come in Champions? "Le partite in questo campionato sono tutte difficili".

Per agevolare l'acquisto dei dispositivi, nel decreto Fiscale è stato istituito un fondo e il riconoscimento di un contributo economico di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato. Chi non si doterà dei seggiolini antiabbandono incorrerà in una sanzione amministrativa da 81 a 326 euro e subirà la decurtazione di 5 punti dalla patente. Si attiveranno automaticamente con un allarme che avviserà il conducente della presenza del bambino nella vettura con segnali visivi e acustici.

"L'Asaps - commenta il presidente Giordano Biserni - auspicava un margine di tempo maggiore interpretando la legge in modo più favorevole e con la concessione dei 120 giorni inizialmente previsti, così non è stato".

Lo stesso appunto è stato fatto dal Pd, che chiede al Viminale di sospendere le sanzioni.

Prima dell'acquisto del dispositivo la polizia consiglia di verificare la conformità alle caratteristiche tecniche previste dalla normativa.

Condividere