Roger Federer eliminato dal Master di Londra

Share

Anche l'ultimo degli dei è caduto.

C'era grande attesa alla 02 Arena di Londra perché si sfidavano Novak Djokovic, numero 2 del mondo, e Roger Federer, numero 3 ATP.

Merito di Federer che, con una prestazione assolutamente perfetta dall'inizio alla fine, travolgente al servizio, solido da fondo campo, aggressivo sempre quando necessario, ha sconfitto il suo rivale in due comodi set estromettendolo così dal torneo.

Il ritorno dei reali pubblicizzato da Emanuele Filiberto è uno spot
Nel video l'erede di casa Savoia si pone l'obiettivo di " tutelare i cittadini per guardare al futuro con rinnovato ottimismo". Ma più probabilmente è invece un modo per attirare l'attenzione su un nuovo programma tv che vedrà il Principe protagonista.

Un bambino di 9 anni si laurea in ingegneria elettronica
Date le capacità mostrate, il profilo del giovanissimo laureando interessa tutte le principali università del mondo. Laurent Simons , bambino belga di appena nove anni, sta per diventare il più giovane laureato della storia.

Arisa attacca Mara Maionchi su Instagram: "datti una regolata"
Mara Maionchi avrebbe Infatti sostenuto che la canzone di Arisa intitolata La notte è un brano per cantanti depresse. La Notte è una canzone che analizza il dolore e lo sconfigge attraverso una nitida speranza: 'La vita continuerà' .

Tra i due giocatori ci sono ben 48 precedenti che vedono il serbo in vantaggio per 26-22 grazie alle ultime quattro vittorie consecutive, per ritrovare un successo dello svizzero bisogna risalire al novembre 2015 quando sempre nel Round Robin delle Atp Finals di Londra, si impose per 7-5, 6-2.

Poi in avvio di secondo set Roger riparte da dove aveva lasciato alla fine del primo, colpendo subito nel vivo il trentaduenne di Belgrado, costretto a farsi violenza per riuscire a rimediare ai due break point concessi in entrata. Discorso simile nel secondo, ma le prime palle break arrivano per Djokovic ma non le sfrutta a dovere, cosa che invece fa il 38enne di Basilea nel quinto e nell'ultimo game, rubando il servizio e chiudendo il match sul 6-3.

C'era una grande atmosfera e ho giocato contro un grande avversario. Domani, l'altoatesino se la vedrà con l'austriaco Ofner, che ha superato con un doppio tie-break un altro azzurro, Luca Vanni.

Share