Roger Federer eliminato dal Master di Londra

Condividere

Anche l'ultimo degli dei è caduto.

C'era grande attesa alla 02 Arena di Londra perché si sfidavano Novak Djokovic, numero 2 del mondo, e Roger Federer, numero 3 ATP.

Merito di Federer che, con una prestazione assolutamente perfetta dall'inizio alla fine, travolgente al servizio, solido da fondo campo, aggressivo sempre quando necessario, ha sconfitto il suo rivale in due comodi set estromettendolo così dal torneo.

Bolivia, senatrice dell’opposizione nominata presidente ad interim senza quorum
Un ragazzo di 20 anni è rimasto ucciso durante gli scontri tra i sostenitori di Morales e la polizia . Il Tribunale costituzionale ha comunque confermato la legittimità della sua presidenza .

Serena Grandi: "Io e Morandi ci siamo amati, poi lui è sparito"
Ricordo una cotta molto forte, e quelle farfalle nello stomaco che oggi non abbiamo più" conclude Serena Grandi . Titolo: "Io e Gianni Morandi ci siamo amati e dovevamo sposarci".

Attentato contro militari italiani in Iraq: cinque feriti
Intanto si è svolto in Procura, a Roma, un vertice tra magistrati e carabinieri del Ros in relazione all'attentato . I nostri connazionali sono stati trasportati nell'ospedale Usa di Baghdad dove sono in corso i primi accertamenti.

Tra i due giocatori ci sono ben 48 precedenti che vedono il serbo in vantaggio per 26-22 grazie alle ultime quattro vittorie consecutive, per ritrovare un successo dello svizzero bisogna risalire al novembre 2015 quando sempre nel Round Robin delle Atp Finals di Londra, si impose per 7-5, 6-2.

Poi in avvio di secondo set Roger riparte da dove aveva lasciato alla fine del primo, colpendo subito nel vivo il trentaduenne di Belgrado, costretto a farsi violenza per riuscire a rimediare ai due break point concessi in entrata. Discorso simile nel secondo, ma le prime palle break arrivano per Djokovic ma non le sfrutta a dovere, cosa che invece fa il 38enne di Basilea nel quinto e nell'ultimo game, rubando il servizio e chiudendo il match sul 6-3.

C'era una grande atmosfera e ho giocato contro un grande avversario. Domani, l'altoatesino se la vedrà con l'austriaco Ofner, che ha superato con un doppio tie-break un altro azzurro, Luca Vanni.

Condividere