Reddito di cittadinanza disponibile anche per i sammarinesi residenti in Italia

Condividere

Potrebbe succedere, invece, che l'interessato decida di non comunicare il trasferimento così da continuare a percepire il reddito di cittadinanza.

In Sicilia il processo di ricollocazione per quanti hanno ricevuto il reddito di cittadinanza sembra procedere regolarmente e, secondo le parole del presidente della Regione Nello Musumeci, la situazione è in crescente miglioramento."La Sicilia del ricollocamento nel mondo delle opportunità lavorative- afferma il presidente - si piazza al 12,3%, davanti a Puglia e Campania, una cifra che vale per 2mila siciliani il passaggio dal reddito di cittadinanza al mondo del lavoro". Il decreto elenca i Paesi di provenienza per i quali è necessario produrre documentazione.

Il giudizio sul beneficio economico dunque è positivo: "Il reddito di cittadinanza - ha spiegato - è stata una prima messa in sicurezza di un pezzo d'Italia che stava in mezzo a una strada".

Nutella Biscuits, perché sono introvabili nei supermercati
In poche settimane, il biscotto alla Nutella ha conquistato il 16% del mercato nella sua categoria. Il Centro e il Sud superano il 20% mentre rallenta il Nordest con poco più del 16,6% del totale.

Attacco all'Aja, uomo con coltello ferisce diversi passanti
Secondo alcune testimonianze, avrebbe scelto assolutamente a caso le sue vittime e poi è sparito mescolandosi alla folla. A L'Aja invece le prime informazioni parlano di almeno tre persone ferite, ma ancora non conosciamo le loro condizioni.

Lite con il vicino di casa, Fedez imputato - Cronaca
Qualche giorno fa il rapper di Magnifico è finito in tribunale davanti al giudice di pace, con l'accusa di lesioni. Dopo l'aggressione Rovazzi si sarebbe seduto sul divano e avrebbe chiamato l'ambulanza per l'amico.

Il decreto delinea i confini delle attività che possono essere realizzate: i percettori di RDC, infatti, non possono svolgere attività in sostituzione di personale dipendente dall'ente pubblico proponente o dall'ente gestore nel caso di esternalizzazione di servizi o dal soggetto del privato sociale; non possono altresì ricoprire ruoli o posizioni nell'organizzazione del soggetto proponente il progetto e non possono sostituire lavoratori assenti a causa di malattia, congedi parentali, ferie e altri istituti, né possono essere utilizzati per sopperire a temporanee esigenze di organico in determinati periodi di particolare intensità di lavoro. Il primo è il possesso della cittadinanza italiana o in alternativa di Paesi facenti parte dell'Unione europea, ovvero "suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente".

Tra i prodotti a cui si potrà accedere ci sono anche smartphone, tablet e altri device (purché non di lusso), elettrodomestici anche di grandi dimensioni, visite mediche e famaci, vino e birra, occhiali da vista e lentine. Inoltre, il richiedente deve risultare residente in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo. Tuttavia, alla luce delle nuove disposizioni non sarà più obbligato a presentare la documentazione relativa al Paese d'origine.

Condividere