"Di cosa siamo capaci": il brano di Niccolò Agliardi e Vanessa Incontrada

Share

Vanessa Incontrada in lacrime in tv: ecco il video della conduttrice televisiva ed ex modella nel corso di "20 anni che siamo italiani". Ma io lo voglio dire, lo voglio urlare.

Incontrada parla delle difficoltà durante la sua giovinezza per accettarsi e l'assurda convinzione che l'ha accompagnata, che per trovare l'amore avrebbe dovuto essere "perfetta".

La conduttrice ha ritagliato un momento tutto suo sul palco di Rai 1 pronunciando un profondissimo monologo sulla perfezione: "Ho perso molto tempo a cercarla". Poi la sua consapevolezza è cambiata grazie all'arrivo del marito, che l'ha amata per quello che è, quindi le ha detto di sorridere dei suoi difetti. "E io ho fatto la stessa cosa con lui, o almeno ci stiamo provando", racconta nei 3 minuti di intervento.

FORMELLO - Inzaghi recupera Leiva, ancora assente Luis Alberto
Gli infortunati sono sempre gli stessi: Patric, Lukaku, Berisha e Marusic che però punta al rientro almeno tra i convocati. Va ricordato, infatti, che la passata stagione fu tormentata per l'ex Liverpool che pagò una fastidiosissima pubalgia.

Coppa Italia, Udinese batte Bologna 4-0: agli ottavi c'è la Juve
Male il Bologna , che cercherà di riscattare la brutta prestazione già dal prossimo turno di campionato contro il Milan. Udinese e Bologna una contro l'altra alla Dacia Arena , gara secca valida per il quarto turno in Coppa Italia .

F1/ Ferrari, Retico (Repubblica): "Per il futuro di Hamilton, la Ferrari c'è"
Per prima cosa valuto il mio operato, affronto tutti i punti che ritengo debbano essere affrontati, ma sempre partendo da me stesso.

La showgirl prosegue il suo emozionante monologo dicendo di voler parlare alla Vanessa di 20 anni fa, quella che voleva diventare una persona diversa, cioè quella che tutti volevano.

In queste due contate di "20 anni che siamo italiani", Vanessa è apparsa molto bella ed elegante e proprio nella puntata di ieri ha deciso di dare una lezione a tutti quelli che in questi anni l'hanno derisa, insultandola per il suo aspetto fisico, ma nel contempo ha voluto anche ringraziare la sua famiglia. Ho perso tempo a cercare di essere giusta, dimenticando di essere felice e pensando di essere sbagliata agli occhi degli altri. Però vivo nel 2000 e avere le forme è ritenuto sbaggiato. Se fossi nata negli anni '30 o negli anni '50, quando il modello femminile era morbido, sarei stata perfetta. "Adesso riesco a sorridere ma non è stato sempre così, perché a volte le critiche feriscono". "E quando vai in giro, sai che dietro le facce che incontri per strada, al supermercato o davanti alla scuola potrebbero nascondersi tutti quelli che pensano che tu sia sbagliata", ripete. "Perché tanto, nella vita, la perfezione non esiste", conclude visibilmente commosa. In realtà quel tutti non esiste, esistono le persone ad alcuni puoi piacere ad altri no... Ma voglio bene alla persona che ho di fronte e penso sia importante circondarsi di persone che ci vogliono bene per quello che siamo e che ci spingono ad essere noi stessi. Conta solo quello che pensi di te stessa quando ti guardi nello specchio: beh io sono molto orgogliosa di quello che vedo.

Share