La Prima della Scala celebra la Tosca di Giacomo Puccini

Condividere

La Prima del 7 dicembre è un appuntamento di quelli immancabili, dove cariche istituzionali e volti noti dello spettacolo si riuniscono per celebrare la grande musica dell'opera.

IN TV - Anche quest'anno, in tutta Italia, la prima potrà essere vista in tv tramite la diretta di Rai1, che arricchirà la serata con interviste e approfondimenti.

Numerose le iniziative che stanno accompagnando il pubblico alla scoperta dell'opera di Giacomo Puccini attraverso diversi appuntamenti: il 15 novembre scorso è stato presentato, presso il Museo Teatrale alla Scala, il secondo volume dell'Epistolario di Giacomo Puccini a cura di Armando Torno; il 21 novembre, nell'Aula Magna dell'Università Bocconi, il Maestro Riccardo Chailly ha incontrato gli studenti e il 26 novembre vi è stata l'introduzione all'opera e la prova aperta per Fondazione Milano per la Scala e per gli studenti delle Università e Conservatori Milanesi.

"Conduttori" d'eccezione saranno Milly Carlucci e Antonio Di Bella, a cui si affiancherà Stefania Battistini per raccogliere dal foyer opinioni, emozioni e immagini degli splendidi abiti da sera sfoggiati dagli ospiti. "Questi otto inserti - spiega - sono stati una grande occasione per fare teatro, aiutato da Giò Forma per le scene, arricchite dai video di D-wok, e dai costumi di Gianluca Falaschi".

Moody's rivede outlook banche, da negativo a stabile
Lo comunica l'agenzia di rating spiegando che le aspettative per il 2020 sono di un'ulteriore progressiva riduzione dei crediti deteriorati.

Coppa Italia, Udinese batte Bologna 4-0: agli ottavi c'è la Juve
Male il Bologna , che cercherà di riscattare la brutta prestazione già dal prossimo turno di campionato contro il Milan. Udinese e Bologna una contro l'altra alla Dacia Arena , gara secca valida per il quarto turno in Coppa Italia .

"Per 80mila euro manco mi alzo dal letto", bufera su Chiara Biasi
E c'è anche chi propone una protesta 'educativa': " Sarebbe bello un defollow di massa, vedi poi come si alza anche per meno ". Una settimana dopo il servizio fotografico , infatti, il manager spiega che le foto sono state modificate.

In una lunga notte si consuma la vicenda dell'affascinante cantante Tosca che, per salvare l'amato pittore Cavaradossi dalla condanna a morte. In tutti i punti sensibili saranno effettuate bonifiche e ispezioni; il personale assicurerà la vigilanza all'interno e all'esterno del teatro con controlli sulle persone in transito, mentre l'area del teatro sarà delimitata e controllata ad ampio raggio anche per impedire l'accesso a mezzi non autorizzati.

Direttore d'orchestra è ancora una volta Riccardo Chailly. Tosca è interpretata da Anna Netrebko, la voce femminile più celebrata nella lirica di oggi.

Con una compagnia di canto da prima pagina (dalla diva Anna Netrebko, a Francesco Meli e Luca Salsi; senza dimenticare Alfonso Antoniozzi e Carlo Bosi) Chailly continua il "percorso lungo e frastagliato", ch'è anzitutto atto d'amore e fiducia totale nella scrittura di Puccini, mettendo sui leggii la stesura di Tosca battezzata a Roma il 14 gennaio 1900, e poi autocriticamente limata dall'autore fino alla versione corrente. La regia è di Davide Livermore.

Dopo circa 10 minuti nel 3° atto, nella sua cella a Castel Sant'Angelo Cavaradossi inizia a scrivere la sua lettera d'addio a Tosca e canta "E lucevan le stelle".

Condividere