Dan Friedkin, chi è il tycoon pronto a rilevare la Roma

Condividere

"Poi chissà che non si scopre che ha origini pugliesi anche lui".

"Sono sempre stato innamorato di Roma, una città di infinita bellezza, con una storia meravigliosa".

Mentre la trattativa tra Dan Friedkin e James Pallotta viaggia verso le battute finali, l'imprenditore ceco Vitek - dopo l'ok di Unicredit - acquista le tre società immobiliari della famiglia Parnasi.

Mendes: "Cristiano Ronaldo potrà giocare fin quando vuole. Il migliore della storia"
Dalla conferenza stampa di presentazione all'evento Globe Soccer, Cristiano Ronaldo a Dubai ha parlato di sé e della sua carriera. Molti anni fa l'età ideale per smettere di giocare era 30-32 anni, adesso vedi giocare ancora gente di 40 anni.

Gb: governo pubblica per errore gli indirizzi di mille vip
Tra questi ci sarebbero delle star (ad esempio Elton John ), dei politici e degli alti funzionari. Quindi, dopo che la falla è stata chiusa, sono arrivate le "scuse" a "tutte le persone colpite".

Trono di Spade, muore l'attore Andrew Dunbar: aveva 30 anni
Lavorava anche come dj e come guida turistica, organizzando tour tematici basati sulle avvenure dei Sette Regni. Irlandese, Dunbar aveva 30 anni. " Il Trono di Spade " perde uno dei grandi protagonisti.

Il patrimonio di Friedkin è stato stimato da Forbes in più di tre miliardi e mezzo di euro ed è al 504esimo posto tra gli uomini più ricchi del mondo, soprattutto grazie alla sua Gulf States Toyota, che ha l'esclusiva della distribuzione delle auto giapponesi in cinque stati USA (Texas, Arkansas, Louisiana, Mississipi e Oklahoma) per un totale di 154 concessionari.

Se nuova proprietà sarà, dunque, sarà comunque una proprietà americana. L'accordo ancora non è stato formalizzato, per permettere tutti i controlli del caso, ma Dan Friedkin sembra stia per diventare l'azionista di maggioranza della Roma S.p.A società controllante l'As Roma; con l'82,1%, quota che gli darà pieni poteri ma che potrebbe vedere ancora James Pallotta tra gli azionisti minori. Balla però una questione importante, quella relativa allo stadio, Al momento Pallotta e Friedkin hanno deciso di non inserire nell'affare l'eventuale costruzione dell'impianto di Tor di Valle. "Solo Francesco e Daniele possono creare il clima giusto nello spogliatoio: qualsiasi giocatori arrivi, bravo o no, straniero o italiano, che costi 100 o 20 milioni, se trova questi due grandi campioni nello spogliatoio abbiamo risolto i nostri problemi", conclude.

Condividere