Cinghiale infetto alla trichinella, allarme: "Letale per l’uomo"

Share

A Oliena, una cittadina di circa 7mila abitanti in provincia di Nuoro, un cinghiale è stato trovato positivo alla Trichinella. Nellambito delle attività di controllo sulla Peste suina africana e sulla Trichinella, coordinate dallUnità di progetto per leradicazione della Psa, il Gruppo di intervento veterinario ha prelevato diversi campioni dai cinghiali abbattuti, consegnandoli ai laboratori dellIstituto zooprofilattico sperimentaledi Nuoro.

L'appello rivolto dai medici dell'Izs ai consumatori è ad acquistare solo carne certificata, sottoposta ai dovuti controlli sanitari, per non incorrere in rischi per la propria Salute.

Balotelli, già protagonista a Capodanno: incidente, carroattrezzi e fake news…
Il guidatore, in un momento di disattenzione, avrebbe toccato il marciapiede con le ruote. Il veicolo è poi stato rimosso in mattinata da un carro-attrezzi.

Papa Francesco: "La famiglia è un tesoro prezioso da sostenere e tutelare"
Ma dobbiamo riprendere la comunicazione in famiglia: "bisogna sempre tutelarla". "Questo è il compito che ci spetta oggi". Poi il pensiero a migranti , profughi, a quelle famiglie costrette a lasciare la loro terra.

Former Trump advisor’s plans for Europe fail to win over Italy
This is against any kind of sovereignism and populism.” There are divisions within the Catholic Church, however. He called Minister Bonisoli’s actions “politically motivated” and is ready for a long legal fight.

Si tratta di cacciatori che hanno mangiato salame fresco di cinghiale Torino, 3 gen. (Adnkronos Salute) - Una ventina di casi di pazienti con sintomi sospetti di Trichinellosi sono stati rilevati nei giorni scorsi dai medici del Pronto Soccorso dell'Ospedale di Susa. Il ritrovamento nelle campagne di Oliena, seppure a poca distanza dal confine con Orgosolo, aggiorna la mappa sulla presenza della Trichinella in Sardegna, che fino ad oggi aveva riguardato solo cinghiali, maiali bradi o volpi rinvenuti nel territorio comunale di Orgosolo. La trasmissione all'uomo avviene esclusivamente per via alimentare con il consumo di carne cruda o poco cotta contenente la larva del parassita. Secondo quanto si apprende infatti, la trichinellosi (detta anche trichinosi) è una zoonosi causata da un parassita che inizialmente si localizza a livello intestinale per poi dare origine a una nuova generazione di larve che arrivano fino ai muscoli formando delle cisti. Il periodo di incubazione medio è di 8-15 giorni, ma varia da 5 a 45 giorni: molto dipende dal numero di parassiti ingeriti. La sintomatologia è caratterizzata da diarrea, dolori muscolari, debolezza, sudorazione, edemi alle palpebre superiori, fotofobia e febbre.

Secondo il direttore dell'istituto zooprofilattico di Nuoro Ennio Bandinola Trichinella è un parassita pericoloso per l'uomo che va arginato prendendo le dovute precauzioni per evitare fenomeni di diffusione.

Share