Libia. Putin ed Erdogan chiedono una tregua in Libia da sabato sera

Condividere

Libia, sì di Tripoli al cessate il fuoco.

"Il TurkStream, per cui abbiamo fatto molti sforzi con i nostri amici russi, è un progetto di importanza storica sia a livello delle nostre relazioni bilaterali che della mappa energetica", ha commentato Erdogan. Alla cerimonia di battesimo, oltre che al presidente russo Vladimir Putin e al suo omologo Recep Tayyip Erdogan, a Istanbul erano presenti anche il primo ministro bulgaro Boyko Borisov e il presidente serbo Aleksandr Vucic.

Morto Italo Moretti, storico volto del Tg3: raccontò il golpe di Pinochet
Tra i tanti riconoscimenti ricevuti la Colomba d'Oro per la pace, il Microfono d'Argento, il Premiolino, il Premio Scarfoglio. Moretti è stato un protagonista del servizio pubblico radiotelevisivo: inviato e direttore di testate e TG, dal TG2 al Tg3.

Nina Moric, l’ex scomparso da 10 giorni. Lei si sfoga su Instagram
Nel 2014 incontra per la prima volta Nina Moric ed immediatamente fra di loro sarebbe scoccata la scintilla. Ad ogni modo, Nina Moric , in queste ore, ha aperto un'altra pista, quella della sparizione volontaria.

Lotteria Italia, la Tuscia già premiata con 20mila euro
Un dato non troppo differente rispetto a quello dell'edizione precedente in cui erano stati 6,9 i milioni di tagliandi venduti. Nel complesso a livello nazionale sono stati venduti 6,7 milioni di biglietti , contro i quasi 7 milioni dell'edizione 2018.

Un contingente di 35 soldati è stato inviato dalla Turchia in Libia a sostegno del governo di Al Serraj. In buona sostanza, per Al Sarraj l'accordo stabilito da Russia e Turchia va bene. Il generale Haftar, che nelle ultime ore ha proseguito con le operazioni militari, ha respinto la richiesta di cessate il fuoco arrivata da Putin ed Erdogan e accettata dal governo di Tripoli. Tra le forze militari che combatterebbero per lui ci sarebbe poi il "gruppo Wagner", la speciale unità operativa di mercenari legata - pare - a doppio filo con il Cremlino. Il cessate il fuoco dovrebbe entrare in vigore domenica prossima a mezzanotte. Spingeremo perché si individui il prima possibile una data per la conferenza di Berlino. Quello che è certo che Putin ed Erdogan puntano a una nuova unione di intenti, sulla falsariga di quella in atto in Siria e consentire a Mosca e Ankara di spartirsi le zone di influenza nel paese e garantirsi una leadership nella gestione delle risorse energetiche a scapito di UE e USA. Mettere in sicurezza la Libia significa mettere in sicurezza anche l'Italia.

Condividere