Il rigore di Muriel in Inter-Atalanta andava ripetuto? Uno sguardo al regolamento

Share

"La situazione non è semplice, abbiamo la coperta troppo corta". Basta dare uno sguardo al regolamento aggiornato, in particolare alla regola 14 presente a pagina 115 e 116, in cui si fa chiaramente riferimento ad una sanzione da quest'anno molto più severa per tutti coloro che oltrepassano la linea dell'area di rigore prima del contatto tra la palla e colui che sta eseguendo il rigore.

Quale reparto rinforzare, dunque? A noi se ci colpiscono un paio di giocatori in un settore andiamo in difficoltà, è un dato di fatto. Ciò non toglie che il tecnico sia soddisfatto di quelli che ha: "Quello che sento è che si è creato un grande feeling coi calciatori e con le persone della Pinetina". Zapata per noi era fondamentale dovevamo recuperarlo, ma solamente giocando può trovare la sua condizione migliore, per essere la prima partita va bene così. Questo è alla base per creare qualcosa di positivo.

Zarif, legittima difesa contro gli Usa
Ha detto che l'Iran "si sta abbassando", presumibilmente riportando le sue forze missilistiche schierate alle loro basi. Quanto agli sviluppi futuri: "Tutte le opzioni restano sul tavolo per contrastare la minaccia dell'Iran".

Marotta: "Eriksen? Non abbiamo allacciato alcuna trattativa"
La vittoria dell'Inter a Napoli "spegne" l'impellenza dei nerazzurri di ritoccare l'organico a gennaio. Dipenderà anche dalle partenze, siamo alla ricerca di un centrocampista e di un esterno.

Sparatoria a Ottawa, in Canada: ci sarebbero molti feriti
L'autore è ancora in fuga, ma le forze dell'ordine sostengono che non si tratti di una " sparatoria attiva". Una persona è morta e altre tre sono rimaste ferite gravemente; tra questi c'è pure un minorenne.

Di nuovo titolare in mezzo al campo, Stefano Sensi ha raccontato l'1-1 con l'Atalanta a Inter TV: "Sapevano che sarebbe stata una partita difficile, abbiamo cercato di pressarli alti nel primo tempo ma nel secondo loro hanno preso campo".

Poi Conte si complimenta con Gasperini e con l'Atalanta, aprendo un altro capitolo della sua analisi: l'Inter ha bisogno di tempo: "È una squadra che ha un'idea, una struttura, un'identità. Si vede che lavora da quattro anni allo stesso progetto, sul quale via via ha inserito sempre nuovi elementi funzionali". Le trattative aperte per Eriksen e Vidal, più gli agganci a Giroud e Young dicono che Marotta si sta muovendo.

Share