Vent'anni fa moriva Craxi, il figlio: "Persecuzione senza pari"

Share

Ci saranno alcuni protagonisti di quella stagione e Stefania Craxi che con la sua Fondazione non ha consentito che l'oblio avvolgesse la figura del padre e che la polvere del tempo si posasse offuscando la memoria della verità di Bettino Craxi e sulle responsabilità delle macerie lasciate da Mani Pulite.

"Crcaxi - scrive Lunghi - ha pagato per tutti e sopratutto gli hanno fatto scontare l'episodio di Sigonella, dove si era opposto alla logica Americana e difeso il nostro paese e la sua autonomia. La testimonianza che Craxi é vivo, al contrario dei tanti morti che pretendono di discutere sui suoi errori prima ancora che sui loro". Anna Craxi dice di essere "molto commossa, la fiducia di questi amici e compagni è più grande di quanto pensassi". Infine molti hanno voluto chiedere scusa al Paese.

Davide Bisconti, capogruppo di Forza Italia al Q4, aggiunge: "Vent'anni fa ci lasciava Bettino Craxi, un gigante della politica, uno statista totale, un alfiere della libertà che si è sempre battuto per la libertà dei popoli e degli individui guidato sempre dalla passione e dall'amore per la cosa pubblica".

Sulla tomba di Bettino Craxi qualcuno ha posto un libro, mentre sul libro dei ricordi una mano ha scritto "Craxi l'immortale". Una cantante ha intonato l'Ave Maria di Schubert e la cerimonia si è conclusa in pochi minuti.

Me contro Te, Luì e Sofì campioni di incassi
Il duo avrà a che fare, fra gli altri, con trappole, cloni, pericolosi slime e complicate fughe. Abbiamo pensato a un canale di challenge, incentrato sulle sfide di coppia.

IKEA richiama i bicchieri TROLIGTVIS
Test svolti di recente hanno indicato che il prodotto può rilasciare sostanze chimiche in quantità elevate al limiti stabiliti. Per ulteriori informazioni, è possibile contattare il servizio clienti Ikea al numero verde 800 924646 .

Lecce-Inter, Conte: "Young non è pronto, Vecino indisponibile"
Loro cercano sempre di esprimere un calcio - sottolinea Conte in conferenza stampa - giocano in maniera propositiva. Il tecnico risponde - come di consueto - alle domande dei cronisti presenti nella Media House di Appiano Gentile .

Era presente gente arrivata da tutta Italia, parlamentari, giornalisti, uomini di cultura.

A distanza di venti anni dunque la figura di Craxi continua a dividere. La prima volta a Tunisi, nel 1985. Due amiche di Lendinara, Alda Marchetto e Katia Toso, nei giorni scorsi sono state presenti alla commemorazione del politico italiano e leader socialista, sepolto ad Hammamet.

Polemiche per l'assenza di una delegazione ufficiale del Pd. Anche se i migliori restano i terzisti, cioè quelli che all'epoca si smarcarono alla grandissima dalle disgrazie craxiane, o addirittura cavalcarono il furore popolare, e oggi ci spiegano che i cattivi eravamo noi avversari politici. "Chi ha condotto per anni una opposizione democratica ha da far valere in ben altro modo tutte le sue ragioni". C'era un clima avvelenato e odioso che esprimeva già le tensioni sociali e politiche intorno a tangentopoli, con un miscuglio indecente tra ira e urla della piazza come accadde nell'assalto all'hotel Raphael con il lancio delle monetine che tintinnavano sul tetto dell'auto di Craxi mescolandosi sinistramente alle grida "ladro ladro" per iniziativa di seguaci dell'onorevole Bontempo (an) e dell'onorevole Occhetto (pds).

Share