Fabio Volo contro Salvini: "Suona ai camorristi se hai le palle"

Share

A tale riguardo arriva l'immediato commento di Volo: "Vai a suonare ai camorristi se hai le palle str***o, non da un povero tunisino che lo metti in difficoltà str***o". "Fallo con i forti lo splendido, non con i deboli".

Lo scrittore bresciano, in diretta sulle frequenze di Radio Deejay con il suo programma "Il Volo del Mattino", ha tuonato contro l'ex ministro dell'interno. Cogliendo lo spirito goliardico della trasmissione, Salvini aveva scherzosamente "rassicurato" il conduttore confermando di non voler sporgere alcuna denuncia.

"Salvini continua ad aizzare all'odio anche in situazioni delicate dove non c'è proprio bisogno di aumentare la tensione", ha proseguito Merola, spiegando che al Pilastro vivono anche persone agli arresti domiciliari.

Napoli, De Laurentiis furioso con Gattuso: voleva richiamare Ancelotti
Il Napoli ha incassato la terza sconfitta consecutiva in Serie A contro la Fiorentina , dopo quelle con Inter e Lazio . De Laurentiis ha parlato con il tecnico a fine partita e gli ha contestato soprattutto la prestazione mediocre.

Milan al fotofinish, Udinese battuta 3-2
Sfortunatamente non ho avuto tante occasioni fino ad oggi, ma ora credo che questa partita possa cambiare qualcosa. Finito il primo tempo tra Milan e Udinese , match valevole per il 20° turno di campionato.

Tutto facile per la Lazio contro la Samp: all’Olimpico finisce 5-1
Il gruppo si è formato nel tempo e lavora veramente bene, sono fortunato" ha detto l'allenatore. Loro venivano da un bel momento, siamo stati bravi a mettere tutto sul binario giusto.

Incredibili i commenti che in queste ore stanno riempiendo i social.

Con queste parole, sicuramente incisive e frutto di uno sfogo sentito, Fabio Volo ha voluto dire la sua sulle ultime vicende che, a Bologna, hanno visto protagonista Matteo Salvini.

Quelle dichiarate durante la sua trasmissione mattutina sono state quindi parole molto dure, piccate, che prendono totalmente le distanze in modo netto da gesti ritenuti di assoluto razzismo. Lei non è un cittadino qualunque. "C'è una normativa tollerante con gli spacciatori, per questo la Lega ha presentato una proposta di Droga zero, perché droga è morte". "Forse perché adesso è solo propaganda e si comporta da irresponsabile per qualche voto in più". Ha poi aggiunto: "Gli spacciatori devono stare in galera, non a casa". Fa anche il nome. Un video pubblicato sui social di Salvini che ha provocato immediate reazioni, con la deputata del Pd Alessia Morani che ha definito Salvini "un cialtrone, un provocatore pericoloso". "Quando una mamma mi chiede aiuto, una mamma che ha perso un figlio per droga, faccio il possibile mettendomi in prima linea, anche se qualche benpensante protesta". Sta cercando l'incidente, è evidente.

Share