Juventus, Dybala e il ritorno di Pogba: "Speriamo di giocare presto insieme"

Share

Il fotogramma del bacio in bocca tra Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo è subito diventato virale sul web. In un'intervista a Otro, la "Joya" ha dichiarato tutto il suo amore per la Juventus e chiamato Paul Pogba.

Dybala, ha raccontato tutte le sensazioni che prova ogni volta che indossa la maglia della Juventus: "Un calciatore sogna sempre di arrivare in un club del genere". Poter rappresentare questi colori è un sogno. Ne abbiamo fatti tanti, quindi i festeggiamenti cambiavano spesso.

Il mercato invernale non si è ancora chiuso, ma in casa Juventus a tenere banco è già il prossimo mercato estivo, quando a Torino potrebbero riabbracciare Paul Pogba, che è in scadenza di contratto a giugno 2021 con il Manchester United e sembra destinato a lasciare l'Inghilterra. "Spero che un giorno potremo festeggiare insieme di nuovo". Vederli giocare insieme sul rettangolo di gioco è uno spettacolo per gli appassionati di calcio, non solo per i tifosi juventini, ma forse a qualcuno danno probabilmente un po'fastidio e c'è chi ha voluto ironizzare sulla loro intesa diffondendo un'immagine farlocca sul loro bacio.

Cosenza, secondo gol fantasma in meno di un mese... nella stessa porta!
IN PANCHINA Figliuzzi, Festa, Curado, Cuomo, Bellodi, Spolli, Nalini, Rutten, Ruggiero. IN PANCHINA Saracco, Corsi, Bittante, Capela, Schiavi, Trovato, Greco, Pierini.

Federico Fellini compie 100 anni e l'Italia lo festeggia
Per celebrare il centenario, è stato emesso un francobollo speciale con raffigurato un autoritratto di Fellini . Era il 20 gennaio del 1920 quando, a Rimini , nasceva Federico Fellini .

Sardine Bologna, Santori: "Piazza strapiena, siamo 40 mila"
Una decisione definitiva sulla partecipazione o meno verrà presa però in assemblea dalle sardine lunedì 20 a Bibbiano . Ma da una posizione chiara, è stato lui a chiamarci, ci andremo in quanto portatori di esperienze e di senso civico.

VAR - "È difficile, ci sono molti modi di vederlo. Non mi spiace, sono abituato". Sia a favore che contro. "Personalmente giocherei benissimo anche senza Var, penso che l'arbitro dovrebbe essere libero di gestire la partita senza essere controllato".

Infine ha parlato anche di Gennaro Gattuso, incontrato nell'esperienza a Palermo: "In Argentina diciamo sempre 'Pazzo nel senso buono'". Quando arrivò a Palermo mi aiutò molto anche se la cosa non durò tanto. "Magari non era sempre dolcissimo soprattutto durante gli allenamenti ma è fatto così".

Share