Richiamo per rischio microbiologico, ritirato lotto di uova Amadori: "Non mangiatele"

Condividere

Nel testodel Ministero (disponibile qui) si parla di un richiamo "per rischio microbiologico" pubblicato nella giornata di ieri, mercoledì 22 gennaio 2020.

Avevamo già dato notizia del richiamo di diversi lotti di uova biologiche per possibile contaminazione.

Frecciatina nelle storie Instagram: con chi ce l’ha Immobile?
In negativo perché sfortunato davvero dopo essere stato il "giustiziere" dei partenopei all'Olimpico in campionato. Ma i leoni rimangono leoni e i cani rimangono cani ", ha scritto, facendo proprio un celebre proverbio arabo.

Parla il principe Harry: "Ascoltate la mia verità"
La differenza sta nel fatto che non esistono più etichette da rispettare, ruoli da avere, regole da non violare. Durante il discorso, il duca spende anche parole per la sua consorte e madre di suo figlio Archie .

Roma, Petrachi: "Spinazzola-Politano? Cortocircuito Marotta-Ausilio"
Dopo l'infortunio di Zaniolo ho chiamato Davide Lippi per Politano e abbiamo iniziato a parlare di questa trattativa. Mi sono allenato anche a Milano in palestra e appena tornato a Roma mi sono allenato per farmi trovare pronto.

Oggi il provvedimento drastico del ministero si è allargato a molti altri marchi anche più noti per gli stessi motivi.

Le uova biologiche ritirate sono prodotte nello stabilimento del, già noto, OLIVERO CLAUDIO, con sede in via RIGRASSO, 9 - 12030 MONASTEROLO DI SAVIGLIANO (CN) Piemonte. Si tratta della confezione confezione da 4 uova da agricoltura biologica di vario calibro riferibili al lotto di produzione 5528139926. Nello specifico, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", le uova biologiche richiamate il 20 gennaio dai supermercati NaturaSi sono con scadenza 11/02/2020, vendute in confezioni da 4. Nel richiamo del Ministero della Salute si capisce che il ritiro dai punti vendita Conad è avvenuto a scopo cautelativo per sospetta presenza di contaminazione microbiologica. Come si legge nella sezione degli Avvisi di sicurezza e richiami prodotti alimentari della catena NaturaSi, lo stesso produttore raccomanda ai consumatori di controllare il prodotto acquistato e le scorte in casa e se appartenente alla scadenza richiamata, di non consumarlo e di riportarlo al proprio negoziante che provvederà a sostituirlo o rimborsarlo oltre che a chiarire eventuali dubbi.

Condividere