Coronavirus, la posizione del CONI: "Lo sport si deve fermare"

Condividere

"Sono in contatto con le autorità che hanno la responsabilità, il diritto e il dovere di prendere iniziative e precauzioni. Se ci sono autorità governative e rappresentanze locali che faranno ordinanze per la sicurezza dei cittadini, lo sport si deve immediatamente adeguare".

Argentina verso nuovo default. Allarme FMI: "Debito non più sostenibile"
Il governo di Fernandez che ha chiesto tempo per rilanciare la crescita e quindi rimettendo il paese in carreggiata in modo tale da pagare i suoi debiti.

Governo, Matteo Renzi: "Ho chiesto incontro a Conte per la prossima settimana"
Quello che è certo è che, a distanza di anni, c'è chi critica apertamente le sue politiche di austerity. A questo va aggiunto il continuo polemizzare di Matteo Renzi e del suo gruppo di italia Viva .

Sconcerti sul Cor.Sera: "Conte ha chiesto Eriksen come se fosse Benassi"
Lui era stato preso nella convinzione che avrebbe trasformato il gioco dei grandi singoli in un gioco del collettivo. In particolare, Sconcerti scrive: "Alzando la personalità della squadra Conte l'ha messa fuori equilibrio".

"Sono in contatto costante con il ministro Spadafora: è chiaro che ci sono competizioni di ogni livello in luoghi dove ci sono questi casi, come dovrebbe accadere nel weekend". Se si ferma l'attività dell'esercizio commerciale piuttosto che di tutte quelle dinamiche di coinvolgimento e di promiscuità fra persone, l'attività sportiva in quel luogo non ci potrà essere, è molto semplice. Tanto che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha le idee chiare sul da farsi. "E poi chi ha la responsabilità politica e amministrativa di prendere decisioni".

Condividere