E' morto Alberto Arbasino - Libri - Narrativa

Condividere

Lo riferisce in questi istanti la redazione dell'Ansa', secondo cui Arbasino sarebbe morto al termine di una lunga malattia. Storico collaboratore dell'Espresso e di Repubblica, Arbasino fu tra i protagonisti del gruppo 63.

Si è spento nella notte a Roma, all'età di 90 anni, Alberto Arbasino, storico scrittore e giornalista e tra i principali protagonisti del Gruppo 63. Non a caso i suoi ultimi libri a questo rimandano sin dai titoli: "America amore" o "Pensieri selvaggi a Buenos Aires", seguiti a "La vita bassa" in cui una decina di anni fa (2008) prendeva, con un gioco di parole, una moda quale metafora di una situazione generale che non può non ricordare il suo celebre, polemico articolo degli anni '60 su Il Giorno, in cui invitava i letterati a fare una "gita a Chiasso", ovvero oltre confine, per allargare il proprio sguardo e scoprire cosa si producesse nel resto d'Europa.

Читайте также: Coronavirus Spagna, morto ex presidente Real Madrid

Scrittore, ma anche poeta, saggista, critico letterario e giornalista, verrà ricordato anche per le sue interviste a figure di spicco della cultura, come all'autore Jorge Luis Borges. Sia i testi giornalistici che quelli più narrativi, a cominciare dal celebre (e per certi versi anche generazionale) "Fratelli d'Italia". "Mi considero piuttosto uno scrittore espressionista: l'espressionismo non rifugge dall'effetto violentemente sgradevole, mentre il barocco lo fa". La sua produzione letteraria ha spaziato dal romanzo ("Fratelli d'Italia" del 1963, riscritto nel 1976 e nel 1993, cosa che ha portato qualcuno a dire di Arbasino che ha scritto per tutta la vita lo stesso romanzo) alla saggistica (ad esempio "Un paese senza", 1980). Arbasino diventa poi deputato al Parlamento italiano come indipendente per il Partito Repubblicano Italiano fra il 1983 e il 1987.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2021 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Condividere