Francoforte, trovato morto l’assessore: "Era sconvolto per la crisi del coronavirus"

Condividere

È shock in Assia, il Land tedesco di Francoforte sul Meno, dove il ministro delle Finanze del Land, Thomas Schaefer, è stato trovato morto ieri a 54 anni.

Il corpo senza vita del ministro cristianodemocratico è stato ritrovato nella mattinata di sabato 29 marzo nei pressi di Hochheim vicino ai binari del treno superveloce tedesco Ice. Eppure, sembra strano che Schäfer volesse lasciare moglie e figli a fare i conti con l'incertezza post pandemia.

Scuole chiuse con il virus, ministro: anche dopo il 3 aprile
" L'anno sarà salvo in qualsiasi caso ". "I ragazzi meno abbienti hanno diritto di fare didattica a distanza ". Mi sono adoperata molto affinché nel DL Cura Italia ci fossero 85 milioni di euro per la didattica a distanza .

Marc Marquez: "MotoGP virtuale? Vogliamo regalare qualcosa di bello ai fan" - Sportmediaset
Quando si potrà iniziare? " Quest'anno ci sono tante moto che possono vincere e tanti piloti talentuosi che possono vincere". Il pilota classe 1997 ha trionfato nella gara del Mugello . " Sono i piccoli particolari a decidere sei hai lavorato bene ".

Spadafora: "Irrealistico riprendere il 3 maggio"
Pensavo ai nostri ragazzi abituati a stringersi, abbracciarsi, passarsi la bottiglietta, queste cose mancheranno per molto tempo. Vincenzo Spadafora blocca la Serie A .

Il quotidiano Faz, riportando la notizia del suicidio, aveva citato una lettera d'addio in cui Schäfer non avrebbe citato direttamente il virus ma definito "senza speranza" il futuro sociale ed economico del Land. In una versione successiva il dettaglio della lettera è stato rimosso dall'articolo, ma sui social si trovano ancora le schermate. Thomas Schäfer, a detta del Governatore Bouffier, era sempre in prima linea per il bene del Land e non si fermava mai.

Pochi giorni fa, parlando al parlamento dell'Assia, Schäfer aveva descritto l'epidemia da coronavirus come "la sfida del secolo". "Siamo tutti scioccati dalla morte inattesa di Schäfer e dobbiamo adesso elaborare questo lutto", ha detto Bouffier, il quale ha anche affermato che proprio l'emergenza del coronavirus aveva sconvolto l'assessore. "La sua preoccupazione principale era se fosse in grado di rispondere alle enormi aspettative della popolazione, specialmente in termini di aiuti finanziari - ha rivelato Bouffier - Per lui, evidentemente non c'era via d'uscita".

Condividere