Papa Francesco in diretta da Piazza San Pietro per preghiera universale

Condividere

Francesco ha celebrato la messa nella casa santa Marta - anche quest'oggi diffusa in streaming e senza popolo, a causa della pandemia - e ha definito questa la "domenica del pianto". A sostenere la preghiera del Papa, arrivato nella piazza visibilmente commosso, c'erano le icone care ai romani (il Crocifisso miracoloso di San Marcello e la Madonna Salus Populi Romani). Il Signore ci interpella a ritrovare la vita che ci attende. "Nessuno si salva da solo". "È facile ritrovarci in questo racconto". "Il mio cuore, assomiglia a quello di Gesù?". In molti non ci fanno caso immediatamente, eppure sembra così.

"Perché avete paura? Non avete fede?". Di sicuro stiamo vivendo un momento drammatico, per cui qualunque cosa sia, ci piace interpretarlo come un messaggio di speranza. Essi non avevano smesso di credere in Lui, infatti lo invocano. In tempo di pandemia, siamo capaci di piangere come Gesù? Sono lì per vivere un momento tanto emozionante quanto eccezionale: uno storico momento di preghiera.

"Invitiamo Gesù nelle barche delle nostre vite".

E' tempo di scegliere cosa conta e cosa passa, di separare ciò che è necessario da ciò che non lo è.

Gratis Amazon Music anche senza Prime dal 3 aprile: attivazione
Si differenzia da Amazon Music (incluso per i clienti Prime) per la maggiore quantità di brani (più di 2 milioni su quest'ultimo). Per il mese di Aprile Amazon offre la possibilità esclusiva di usufruire di Amazon Music Unlimited gratuitamente per tre mesi.

Andrea Iannone squalificato per 18 mesi per doping. Lui: "Abbiamo perso"
La causa però è una contaminazione alimentare , perché il cibo che mangiato il pilota la sera prima ha fatto rilevare delle tracce di drostanolone nel sangue.

Coronavirus, prorogate le misure restrittive: Italia chiusa fino al 13 aprile
Il ministro rivolge un abbraccio a tutti gli operatori sanitari e si sofferma sui dispositivi come le mascherine: "Sono stati chiusi importanti contratti di fornitura.

"Con la tempesta, è caduto il trucco di quegli stereotipi con cui mascheravamo i nostri "ego" sempre preoccupati della propria immagine; ed è rimasta scoperta, ancora una volta, quella (benedetta)- sottolinea il Papa - appartenenza comune alla quale non possiamo sottrarci: l'appartenenza come fratelli".

"La tua parola ci riguarda tutti". Lo ha detto Papa Francesco nel corso del momento straordinario di preghiera che si è tenuto oggi pomeriggio in Piazza San Pietro. "Ci siamo trovati impauriti e smarriti".

"Signore, non ci siamo fermati davanti ai tuoi richiami, non ci siamo ridestati di fronte a guerre e ingiustizie planetarie, non abbiamo ascoltato il grido dei poveri, e del nostro pianeta gravemente malato. Abbiamo proseguito imperterriti, pensando di rimanere sempre sani in un mondo malato" le parole toccanti del Santo Padre con riferimento all'emergenza sanitaria. Abbracciare il Signore per riabbracciare la speranza: ecco la forza della Fede.

Sui social si sta rapidamente diffondendo il video in cui una nuvola e una luce aleggiano su San Pietro proprio durante la benedizione del Papa. "Perchè avete paura?" Però Tu, Signore, non lasciarci in balia della tempesta.

Condividere