Covid-19. È scomparso Sergio Rossi, il "re" della calzatura

Condividere

Si era ammalato di Covid-19 ed era ricoverato da qualche giorno nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Bufalini di Cesena. Diverse le dive che nel corso degli anni hanno messo almeno un paio di Sergio Rossi ai piedi: da Sharon Stone a Diane Kruger, passando per Anne Hathaway, Naomi Campbell, Sarah Jessica Parker, Halle Barry e Cate Blanchett.

È morto anni Sergio Rossi, imprenditore leader nel mondo delle calzature. Ma quello con le scarpe era vero amore. Assieme al fratello Franco realizzava pezzi unici che poi vendeva in estate su un banchetto sulla riviera romagnola.

Il suo indiscutibile talento gli indica la strada e lo trasformerà in uno dei maggiori imprenditori del settore. Con tutta questa liquidità Sergio Rossi decide di buttarsi nel mercato immobiliare, ma le cose non andranno bene come nelle scarpe.

Tv: Amici, vince la cantante Gaia. Prima vittoria senza abbracci, causa coronavirus
Diciamo "stavolta" perché nel 2016 la Gozzi ha partecipato a X Factor , riuscendo a raggiungere il secondo gradino del podio. Di sovente però non sempre partecipare a un talent e quasi vincerlo è sinonimo di successo.

Coronavirus, il nuovo studio: circolazione nell'aria più sostenuta
A dimostrarcelo e' il dato dei contagi e la rapidita' di diffusione del virus , quindi la prova sarebbe l'evidenza dei fatti. Se non arieggiate in maniera adeguata, le stanze degli ospedali potrebbero saturarsi di aria infetta.

La stima dell'Imperial College Possibili quasi sei milioni di contagi in Italia
E' appena uscito uno studio sull'epidemia di COVID-19 in Europa degli epidemiologi dell'Imperial College di Londra , tra... Secondo Rezza, dunque, l'Imperial College avrebbe sovrastimato la cifra degli infetti nel nostro Paese .

Sergio Rossi era nato nel 1935 a San Mauro Pascoli, paese della Romagna e aveva fondato l'omonimo brand di calzature, conosciuto e amato in tutto il mondo, nel 1951. Come quelle della sua scarpa più famosa, Godiva, la décolleté per eccellenza, che compare, rivisitata, persino nel poster della pellicola cult di Pedro Almodóvar del 1991, Tacchi a spillo.

Nel 1999 aveva ceduto il 70% della società al gruppo Gucci e il restante 30% nel 2005 a Kering.

I CELEBRI MODELLI - Tra i suoi primi modelli di successo, l'Opanca divenne un cavallo di battaglia delle prime collezioni: sandali semplici ma innovativi nella suola che curvava attorno al piede diventando un tutt'uno con la parte superiore della tomaia. Le scarpe di Sergio Rossi si facero notare sin dagli anni Settanta per la bellezza del design, sempre molto geometrico, femminile e sensuale, per l'uso del colore e per l'elevata qualità dei pellami scelti. "È stato il presidente più longevo del Cercal, scuola nella quale ha sempre creduto con lungimiranza, attento ai giovani per capire e captare i segnali dei mutamenti in atto, consapevole che la moda è un mondo in continua evoluzione - spiega Casadei - Sergio Rossi è stato un creativo, un illuminato, un perfezionista, un grande stilista che ha portato la scarpa di San Mauro ai massimi livelli nel mondo".

Condividere